rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia

Inchiesta Banca Popolare di Vicenza, manca solo Zonin

Si sta avvicinando alle fasi finali la maxi inchiesta della procura di Vicenza sulla BPVI. Dei 9 indagati, ne sono stati sentiti 8, di cui 7 di sono avvalsi della facoltà di non rispondere. L'unico che non è ancora stato sentito è l'ex presidente Gianni Zonin. E si ipotizza un processo al Teatro Comunale

Potrebbe finire presto l'attesa delle migliaia di azionisti che si sono costituiti parte civile in quello che sarà un processo senza precedenti, con la Banca Popolare di Vicenza e 9 alti dirigenti al banco degli imputati. Per contenere avvocati, vittime e giornalisti non è impossibile che l'udienza preliminare si tenga al Teatro Comunale. 


Secondo quanto riferisce Il Giornale di Vicenza, la procura non esclude che ai reati di aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza se ne aggiungano altri, come il falso in bilancio e il vincolo associativo, fino alla truffa e all'estorsione. L'unico tra gli indagati che deve ancora presentarsi in tribunale è proprio l'ex presidente, Gianni Zonin, mentre solo il leader di Confindustria Veneto, Roberto Zuccato, non si è avvalso della facoltà di non rispondere, quando è stato sentito nel luglio scorso. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Banca Popolare di Vicenza, manca solo Zonin

VicenzaToday è in caricamento