Grisignano, licenziamenti al Prix: giornata di tensione ai cancelli

Dalle prime ore di lunedì i dipendenti della cooperativa Leone impiegati all'interno del Prix di Grisignano hanno preso d'assedio il magazzino impedendo ai camion di scaricare la merce e bloccando le entrate. La protesta è scattata dopo una serie di licenziamenti

Le proteste di lunedì mattina (foto dalla pagina Facebook del Bocciodromo)

Giornata di proteste e disagi ai magazzini del Prix di Grisignano: i dipendenti della cooperativa Leone impiegati all'interno della struttura hanno bloccato gi ingressi e dato vita ad un presidio durato undici ore. Le proteste e gli scioperi degli scorsi giorni, non erano serviti a far tornare su propri passi l'azienda di supermercati, che lo scorso 18 gennaio aveva annunciato una serie di licenziamenti. 

Dalle 5 di lunedì mattina, una settantina di impiegati ha dato il via alla protesta, che segue la manifestazione avvenuta il 19 gennaio in prefettura. l dipendenti hanno bloccato tutti gli ingressi del magazzino di via del Lavoro. In breve tempo, la colonna di camion formatasi nella via ha costretto all'intervento le forze dell'ordine, giunte sul posto attorno alle dieci di mattina. 

La situazione è, però, rimasta in stallo fino alle 14. Dopo 11 ore di presidio, infatti, la direzione del Prix si è detta disponibile a riaprire un tavolo di trattative con i dipendenti. Lo sciopero è dunque stato sospeso, ma le scadenze restano strette: entro sera i lavoratori attendono di veder arrivare una proposta dettagliata per risolvere la vertenza. 

La maggior parte delle persone che rischia il posto di lavoro sono dipendenti della cooperativa impiegati all'interno del Prix da oltre dieci anni, prima di essere licenziati avevano chiesto idi poter mantenere l'anzianità di servizio a fronte di una cambio della formula d'appalto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Dimentica l'auto accesa al parcheggio per un’ora e va a lavorare: arrivano i carabinieri

  • Schianto semi frontale tra auto: sei feriti, paura per due bimbi piccoli a bordo

  • Tir rimane incastrato in una stradina di paese: autista straniero tradito dal gps

Torna su
VicenzaToday è in caricamento