Giovani che restano in italia e faranno gli agricoltori

A “La Decima” di Vicenza dal 10 al 14 aprile il terzo seminario del nuovo percorso triennale promosso dall'Accademia Internazionale di Agricoltura Biodinamica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

I giovani che hanno scelto di rimanere in Italia per crescere professionalmente e per far rinascere l'agricoltura saranno protagonisti a Vicenza, dal 10 al 14 aprile presso l'azienda agricola La Decima, del terzo seminario dell'Accademia Internazionale di Agricoltura Biodinamica, la nuova iniziativa formativa che ha preso il via a fine ottobre.

I giovani iscritti all'Accademia per tre anni faranno un'esperienza pratica a tempo pieno presso le migliori aziende agricole in Italia ed in Europa per imparare la biodinamica, un metodo agricolo biologico che pone particolare attenzione alla fertilità della terra ed alla biodiversità. Ogni due mesi è inoltre previsto un seminario presso le stesse aziende biodinamiche, per approfondire anche a livello teorico le conoscenze necessarie ad abbracciare la professione agricola, mentre nell'ultimo seminario presenteranno il loro progetto d'impresa come futuri agricoltori.

L'azienda agricola La Decima è partner del percorso: di proprietà della Provincia di Vicenza, è gestita da agosto 2016 dai coniugi Pio Lago e Nicoletta Vettore, storici agricoltori biodinamici (loro la famosa azienda di yogurt I Bernardi a Castel d'Aiano, BO) che ambiscono a trasformare l'azienda vicentina in un punto di riferimento per la biodinamica in Italia, grazie ad alcuni progetti di avanguardia nel settore agricolo. Nel seminario, i futuri agricoltori biodinamici approfondiranno la conoscenza della Terra, l'elemento centrale per ogni agricoltore.

Tramite escursioni, raccolta di campioni, osservazioni e dibattito, esamineranno: formazione dei paesaggi e delle rocce; tipologie di suoli; tipiche forme paesaggistiche; clima. "Il futuro dell'agricoltura è strettamente legato alla necessità che ci siano giovani che abbiano attitudine, entusiasmo, capacità tecniche e organizzative e conoscenze adeguate per abbracciare la professione agricola" - commenta Fabio Brescacin, Presidente di EcorNaturaSì, sponsor principale del progetto. "Il nostro progetto è una concreta opportunità per tutti quei giovani che non trovano lavoro e sognano ancora un mondo migliore" - ha dichiarato Gianluca De Nardi, Direttore dell'Accademia. "Il percorso è doppiamente innovativo: sia per l'ampiezza e la qualità dei seminari teorici, sia per il grande valore dato all'esperienza pratica, grazie alla possibilità di vivere a tempo pieno per tre anni con agricoltori che hanno fatto la storia dell'agricoltura biodinamica. In questo modo i ragazzi potranno veramente imparare la professione agricola ed apprezzarne tutta la sua dignità ed il suo valore".

L'Accademia è promossa dalla Libera Fondazione Antroposofica "Rudolf Steiner" di Conegliano (TV), in collaborazione con enti italiani e stranieri quali Associazione per l'Agricoltura Biodinamica, APAB, Landbauschule Dottenfelderhof Bad Vibel (DE), Sativa Rheinau Ag (CH), EcorNaturaSì Spa e le aziende agricole biodinamiche aderenti.

Torna su
VicenzaToday è in caricamento