La UE boccia il fondo per i truffati bancari, Di Maio: «Lo facciamo e basta»

Come prevista è scoppiata la guerra delle banche: il vicepremier ha riferito dell'arrivo di una lettera dell'Unione Europea e ha risposto "Non esiste"

Foto da Torinotoday

"Oggi è arrivata una lettera dall'Ue sulla misura che abbiamo introdotto per i truffati banche, che sembra dirci 'non lo potete fare': noi lo facciamo e basta, non esiste che adesso l'Ue ci debba dire anche come risarcire i truffati dopo che evidentemente Bce e Bankitalia non hanno controllato".

Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio in conferenza stampa, poi riportata dall'Ansa.

La Commissione europea ha inviato al ministero del Tesoro una lettera in cui muove una serie di rilievi alla misura decisa dal governo Conte e approvata nella legge di stabilità 2019, con uno stanziamento di 525 milioni di euro all’anno – 1 miliardo 575 milioni per il triennio 2019-2021 – per gli ex azionisti di Banca Popolare di VicenzaVeneto Banca e delle altre banche andate in crac nel 2015, da Bacna Etruria a Carife. Un meccanismo automatico, quello approvato dalla maggioranza giallo-verde, che non piace a Bruxelles. Lo riferisce Venetoeconomia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Cade dalla finestra: gravissima una donna

  • Vicenza ha i migliori bar: 3 premiati dal Gambero Rosso

  • Scopri come igienizzare la lavatrice per avere un bucato senza batteri

  • Saccheggia alcolici al Tosano e aggredisce le guardie: arrestato 45enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento