Economia Bassano del Grappa

Etra nel mirino della Cgil: “Tagliare le spese per non sacrificare precari”

Il sindacato di Vicenza lancia l'allarme sugli sprechi della multiutility e chiede di indirizzare meglio le spese per ridurre i costi e regolarizzare i lavoratori a tempo determinato

Etra nel mirino della Cgil di Vicenza: il sindacato lancia l’allarme sugli sprechi della multiutility di Bassano del Grappa che gestisce il servizio idrico integrato, l’igiene ambientale e la raccolta rifiuti e chiede di indirizzare meglio le spese per ridurre i costi e regolarizzare i lavoratori a tempo determinato.

RICHIESTE. Stando a quanto denunciato dal segretario del ramo Funzione pubblica Agostino Di Maria e quello della Filctem Sergio Merendino, per poter riuscire nell'intento le strategie ci sono: ad esempio, fa notare il sindacato, l'Etra nel 2013 ha chiuso in attivo confermando la possibilità per l'azienda di reindirizzare gli utili a favore del lavoratore e di abbassare le tariffe dei servizi. Non solo: un altro punto importante su cui insiste la Cgil è quello di uniformare la raccolta dei rifiuti dei vari Comuni sempre per abbattere i costi così come evitare al contempo attività non svolte "in casa" porterebbe ulteriore giovamento. Infine, la Cgil chiede di evitare dietrologie politiche: l'attenzione che si sta concentrando attorno alla questione tariffe pagate dai cittadini fa pensare, sottolinea il sindacato, alla scadenza di alcun cariche politiche. Dal canto suo il sindacato chiede maggiori controlli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etra nel mirino della Cgil: “Tagliare le spese per non sacrificare precari”
VicenzaToday è in caricamento