Giovedì, 5 Agosto 2021
Economia

Crisi OMBA: sciopero e sit-in dei lavoratori in piazza Castello

I sindacati dei metalmeccanici di Cgil Cisl e Uil hanno indetto 4 ore di stop per il pomeriggio di domani allo scopo di permettere ai dipendenti di partecipare alla manifestazione davanti alla sede di Confindustria

Sono 120 i lavoratori che rischiano di restare a casa per la messa in liquidazione dell’industria metalmeccanica OMBA Impianti & Engineering s.p.a. di Torri di Quartesolo che realizza infrastrutture in metallo per le costruzioni civili e industriali.

Dopo la richiesta dei rappresentati di Fim, Fiom e Uilm di bloccare la procedura in atto di licenziamento collettivo per i dipendenti e che i soci, ovvero i fratelli Malacalza di Genova, partecipino di persona al tavolo delle trattative, per domani lunedì 5 febbraio è stato confermato l’incontro tra le parti per discutere e giungere ad un accordo sul destino dell’azienda. 

I sindacati dei metalmeccanici di Cgil Cisl e Uil (Fiom Fim Uilm) hanno nel frattempo indetto 4 ore di sciopero per il pomeriggio per permettere ai lavoratori di partecipare al sit in piazza Castello davanti alla sede di Confindustria. Il presidio avrà inizio alle 14,30 e saranno presenti le RSU, i segretari dei tre sindacati dei metalmeccanici e una rappresentanza delle segreteria di Cgil, Cisl e Uil.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi OMBA: sciopero e sit-in dei lavoratori in piazza Castello

VicenzaToday è in caricamento