rotate-mobile
Economia Lonigo

Dolcetta nella "giunta" di Squinzi: "Urgente intervenire su flessibilità"

L'amministratore delegato della Fiamm è uno degli undici vice presidenti della squadra confindustriale del nuovo presidente. Al manager berico è stata affidata la delega alle Relazioni industriali

C'è anche un vicentino nella "giunta" degli 11 vicepresidenti di Confindustria del neopresidente Giorgio Squinzi. Si tratta di Stefano Dolcetta, amministratore delegato della Fiamm: la delega è di quelle importanti, alle Relazioni Industriali.

"So mi attenderà un impegno molto importante, però è stato un onore accettare questa opportunità - ha dichiarato Dolcetta al Giornale di Vicenza - In primis occorre chiudere il prima possibile la discussione sull'articolo 18. Personalmente condivido quanto fatto in questi mesi da Emma Marcegaglia. Un lavoro significativo che ha portato a chiarire diversi aspetti importanti della questione. Alcune modifiche comunque verranno ulteriormente apportate dal Parlamento e altre saranno riviste. È necessario rendere meno onerosa la flessibilità in entrata e intervenire anche sulle partite Iva". ARTICOLO 18, SCIOPERI IN TUTTO IL VICENTINO


"Il tema fondamentale dell'industria manifatturiera è la competitività. Dobbiamo tornare a essere competitivi non solo nei confronti della Germania, ma anche della Francia. Per fare questo occorre incrementare la produttività, intervenendo sul cuneo fiscale e contributivo. Senza aumentare il costo del lavoro si deve trovare un meccanismo per rendere il salario, netto, di un operaio più alto rispetto agli attuali livelli. Perché oggi le buste paga degli operai italiani sono più basse rispetto ad altri paesi europei".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolcetta nella "giunta" di Squinzi: "Urgente intervenire su flessibilità"

VicenzaToday è in caricamento