Economia

Il ministero indaga su spese e assunzioni di Palazzo Trissino

Dal 2006 al 2009, a cavallo tra le amministrazioni a Vicenza di Hullweck e Variati: varie le contestazioni, tra cui la mancata programmazione nell'assunzione di personale, che non sarebbe stata sufficientente "aperta agli esterni"

Ci sarebbero delle irregolarità nei conti di Palazzo Trissino, sede del Comune di Vicenza, a proposito di assunzioni e trattamenti economici del personale tra il 2006 e 2009, nell'ultimo periodo dell'amministrazione Hulweck e l'inizio di quella di Variati. Dopo le prime osservazioni, alle quali è stato risposto, il ministero dell'Economia e delle Finanze, è tornato sui conti pubblici berici. 

Secondo quanto scrive Il Giornale di Vicenza, i "segni rossi" sono stati fatti nelle pagine che riguardano i dipendenti a causa di una "mancata adozione ai fini dell'assunzione di personale di prescritti atti di programmazione triennale del fabbisogno" e una "mancata rideterminazione della dotazione organica imposta dalla Finanziaria 2005 e 2006". Inoltre è stata registrata "un'illegittima stabilizzazione del personale precario, con riferimento alla violazione del principio costituzionale dell'adeguato accesso dall'esterno e con una sovrastima dell'anzianità di servizio del personale educativo e scolastico" fino al 2009. Altre anomalie sono state sottolineate nel fondo dirigenziale e negli incentivi produttività. 


In mancanza di una dichiarazione ufficiale da Palazzo Trissino, si può affermare che i tecnici comunali sono al lavoro dal 30 ottobre, giorno dell'arrivo del documento, per poter giustificare il loro operato davanti al Mef. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministero indaga su spese e assunzioni di Palazzo Trissino

VicenzaToday è in caricamento