Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia

Comune di Vicenza, maxi assestamento di bilancio per 6,5 milioni di euro

Tra gli investimenti previsti nella manovra del Comune, risorse a scuole, strade, quartieri, sociale, cultura, ambiente ed eventI

La Giunta comunale ha licenziato nei giorni scorsi la delibera con l'assestamento di bilancio. Una manovra importante che l’amministrazione Possamai presenterà in occasione del prossimo consiglio comunale previsto per martedì 9 luglio. Il valore complessivo dell'Assestamento di bilancio è di 6,5 milioni di euro, con 5 milioni circa di avanzo libero, di cui 3 milioni e 900 mila destinati agli investimenti, 1 milione e 200 mila di spesa corrente e circa 1,4 di spese per lo più obbligatorie per vari servizi comunali.

L’assestamento di metà anno è stato presentato questa mattina a Palazzo Trissino dal sindaco Giacomo Possamai e dall’assessora al bilancio Isabella Sala durante una conferenza stampa nella quale sono stati illustrati e spiegati i passaggi più significativi della manovra.

«Si tratta di un assestamento a due facce - ha esordito il primo cittadino Possamai - perché da un lato è evidente la difficoltà di reperire risorse per la spesa corrente e dall'altro, abbiamo un importante avanzo che può coprire investimenti e stanziamenti una tantum. Per quanto riguarda la spesa corrente abbiamo trovato 1 milione e 200 mila euro ma dobbiamo tenere conto che ne mancano altri 800 mila euro che dovremo cercare nei prossimi mesi. Questo è un grande elemento di preoccupazione, condiviso da tutti i sindaci con cui ho avuto occasione di parlare in questi giorni. Molti comuni sono in grandissima difficoltà a chiudere gli assestamenti di bilancio perché il problema è che sulla spesa corrente non c’è margine e questo genera ulteriore preoccupazione proprio in vista bilancio preventivo dell’anno prossimo». Del 1,2 milioni di euro, continua il sindaco, «una buona parte lo mettiamo soprattutto sul sociale, anche perché siamo tenuti per legge a far fronte a quelle spese. Ma se da una parte, al momento emerge una situazione difficile, la seconda faccia della medaglia ci consente, almeno per quest'anno, di poter gestire un importante avanzo per la spesa investimenti, di circa 5 milioni di euro. Risorse, che andremo a spendere individuando bene le priorità e le linee di mandato che abbiamo stabilito lo scorso anno. Ci sono molte risorse sui cantieri, sugli interventi legati ai lavori pubblici, sia dal punto di vista monumentale, come il Chiericati e l’Olimpico, sia nei quartieri, tra aree verdi, ciclabili e asfaltature. Uno degli obiettivi che ci eravamo dati era infatti quello di sbloccare i cantieri, come quello congiunto con V-Reti e Viacqua in zona stadio atteso da tanti anni. Altre due priorità individuate sono famiglie e sociale, come l’aumento dei posti degli asili nido e interventi legati all'abbattimento delle barriere architettoniche. Infine, una riflessione è stata fatta sugli eventi: l’Adunata degli alpini ci ha dimostrato che Vicenza è in grado ospitare grandi iniziative. Abbiamo bisogno di vivacizzare la città, per questo abbiamo deciso di stanziare risorse importanti sia su Natale e Capodanno, che sugli eventi che porteranno molte persone a vivere Vicenza contribuendo a sostenere il Centro storico, i quartieri e il commercio della città».

«Questo è un bilancio importante, nelle cifre e nelle scelte che diamo, perché vogliamo proseguire nel dare dei segnali molto concreti alla cittadinanza – spiega l’assessora Sala -. Per l’assestamento inseriamo maggiori spese obbligatorie e fra queste le spese sociali e per le manutenzioni agli stabili, per garantire l'apertura dei musei visto l'ampliamento di palazzo Chiericati. Abbiamo incrementato anche la spesa del personale cercando di utilizzare il più possibile la capacità assunzionale, di complessivi 500 mila euro, pur con i tagli di ulteriori 200 mila euro apportati dallo Stato centrale. Abbiamo comunque scelto di agire prudenzialmente accantonando mezzo milione di euro, tra avanzo libero e fondo di riserva, per eventuali situazioni di emergenza che dovessero intervenire nel secondo semestre dell'anno».

Strade e viabilità
Tra le voci di capitolo più consistenti è quella legata alle strade, con 590 mila euro destinati alla manutenzione straordinaria di strade (asfaltature) e marciapiedi, a interventi di sistemazione e opere di sostegno, oltre alla realizzazione di opere di manutenzione straordinaria sulla rete di acque bianche. Altri 50 mila euro andranno poi investiti nella sicurezza stradale, per l’installazione di nuovi punti luce. Non vanno inoltre dimenticati i 200 mila euro dedicati alla messa in sicurezza delle piste ciclabili.

Scuola
Non mancheranno importanti investimenti sul fronte delle scuole, con 224 mila euro stanziati per il trasporto scolastico, per coprire l’aumento dei costi delle mense per le spese relative alle nuove gare, oltre che per le attrezzature e le pulizie degli asili nido e delle scuole materne. A questa cifra, vanno poi aggiunti altri 20 mila euro, previsti invece per lo spostamento dei seggi elettorali dagli edifici scolastici altro punto caratterizzante del programma di questa amministrazione. Importante ricordare anche i 90 mila euro investiti per l’assunzione di cinque nuove educatrici o educatori negli asili nido che consentiranno, come già anticipato, la creazione di 53 nuovi posti che andranno a dare una risposta alle lunghe liste d'attesa di genitori che chiedono di poter far frequentare i loro figli nelle strutture comunali.

Rigenerazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale
Grande attenzione è stata dedicata anche alla rigenerazione e alla valorizzazione degli edifici, comunali. Sono 180 mila gli euro destinati al progetto di fattibilità legato alla nuova biblioteca Bertoliana, mentre sono 170 mila quelli dedicati alla sistemazione dell'area antistante il palazzo ex Aci a San Biagio. Per la risistemazione della chiesa di Santo Stefano sono stati destinati 150 mila euro, e per lo studio di fattibilità relativo al mercato ortofrutticolo è stata stanziata una cifra di 30 mila euro. Infine, saranno 165 mila euro i fondi stanziati per l’adeguamento dell’archivio comunale all’ex salone Pasubio.

Quartieri
L’amministrazione ha poi scelto di concentrarsi su diversi investimenti dedicati ai quartieri, per una cifra di 665 mila euro, destinati alla realizzazione di una nuova area verde in corrispondenza dell’asilo nido di via Turra, a interventi su aree verdi, aree cani e parchi gioco, alla sistemazione del centro civico ex circoscrizione 7 dei Ferrovieri, e alla copertura del cimitero di Longara. Nei quartieri poi sono previste tutta una serie di attività culturali e a sostegno delle associazioni che compiono un importante lavoro di rivitalizzazione del nostro territorio.

Sociale
Investimenti verranno fatti anche sul tema del sociale. La cifra prevista è di 360 mila euro, che verranno spesi per le rette a istituti che ospitano minori con affido giudiziale, per interventi di prevenzione e protezione nei confronti di minori e famiglie, per gli alloggi di nuclei famigliari con supporto educativo, per l’inserimento in comunità protette di donne vittime di violenza, e per contributi per il sostegno economico di persone e famiglie in situazioni di bisogno. Di particolare importanza anche l’investimento di 100 mila euro relativo al Peba (piano di abbattimento delle barriere architettoniche), che permetterà di chiudere i quadri economici di due opere in corso di progettazione, ovvero l’ascensore in Palazzo degli Uffici e quello nella scuola Maffei, e di progettarne una terza, ovvero l’ascensore nella scuola Turra.

Ambiente e mobilità sostenibile
Per la voce ambiente l’Amministrazione ha stanziato 242 mila euro che consentiranno una serie di interventi volti alla tutela del territorio. Tra questi ci sono gli investimenti a favore delle domeniche ecologiche, un progetto partecipativo delle comunità energetiche rinnovabili, e il potenziamento degli impianti di videosorveglianza con lo scopo di prevenire l’abbandono incontrollato dei rifiuti. Previsto un finanziamento anche per l’approdo fluviale al parco Retrone, oltre all’installazione di alcune colonnine di ricarica elettrica.
Anche la mobilità sostenibile avrà i suoi finanziamenti, con 240 mila euro investiti nella realizzazione di piste ciclabili (già citate nel capitolo Strade) e nel servizio di bike sharing.

Cultura, Teatro Olimpico e Palazzo Chiericati
Nella Città del Palladio non potevano non essere previsti anche investimenti in ambito culturale, con 505 mila euro destinati a spese e contributi ad attività culturali, alla guardiania dei musei, oltre che a favore del museo naturalistico archeologico.
Sempre in ambito culturale, meritano un capitolo a parte il Teatro Olimpico e Palazzo Chiericati. A favore del primo, verranno investiti 190 mila euro, destinati al contratto di gestione degli impianti elettrici e antincendio del teatro, e ai lavori per la messa in sicurezza di impianti e solai.
Per Palazzo Chiericati verranno invece stanziati 380 mila euro, per il contratto di gestione degli impianti, per la promozione dell’ala Ottocentesca, per i lavori di apertura della galleria permanente, per la fornitura e posa gruppo frigo, e per il restauro di scale e di cassettoni.

Sport
Sul fronte dello sport l’investimento previsto è di 300 mila euro, destinati alle gare d’appalto per la gestione degli impianti sportivi, all’omologazione di quest’ultimi, e alle manifestazioni sportive. Investimenti che serviranno anche alla riqualificazione della pavimentazione dell’area gioco del Palascherma, alla manutenzione straordinaria del manto del campo da calcio in erba sintetica di via Calvi e di quello da calcetto di via Natta.

Eventi
Per il capitolo eventi saranno stanziati 470 mila euro. Cifra, che servirà per finanziare le feste nei quartieri, le feste rock, il Festival Hangar Palooza e altre attività, oltre alle iniziative legate alle politiche giovanili; verranno finanziati i contributi per la partecipazione alla festività natalizie e invernali, oltre agli eventi dello stesso Natale e del Capodanno, e le manifestazioni per la rivitalizzazione del centro storico.

Personale e strumentazione informatica
Sono invece 500 mila euro i fondi messi a bilancio per aumentare la capacità assunzionale del personale comunale, che porterà all’assunzione di una ventina di persone, tra cui i già citati 5 profili da educatrici o educatori per gli asili nido. Prevista anche una spesa di 138 mila euro a favore di nuove strumentazioni informatiche per gli uffici comunali, così da aumentare l’efficienza dei servizi a favore del cittadino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Vicenza, maxi assestamento di bilancio per 6,5 milioni di euro
VicenzaToday è in caricamento