rotate-mobile
Economia Altavilla Vicentina

Altavilla, accordo raggiunto alla TNT: fondamentale unità dei lavoratori

Conte, segretario Filt,: “Da lunedì 44 ore settimanali e massimo 10 ore al giorno con l’ora di pausa pranzo inclusa! Per i magazzinieri la previdenza integrativa e sanitaria” - Il 21 novembre altro incontro su trasferte, straordinario e premio di risultato!”

Dopo una lunga e difficile giornata di sciopero, giovedì sera, alle 20 è stato raggiunto l’accordo sul cantiere (centro logistico) TNT Traco di Altavilla Vicentina (via Retrone) dove sono impiegate una settantina di persone nelle due ditte in appalto della multinazionale. Sospesi gli scioperi annunciati a oltranza dalla Filt Cgil. 

Daniele Conte, segretario Filt, che ha posto la sua sigla sull’accordo, fa sapere che da lunedì verrà applicato l'orario di lavoro contrattuale e il 21 novembre ci sarà un incontro con i fornitori: presente la committenza (dirigenti TNT di zona) “per una verifica di quanto firmato oggi e per implementare le quote salariali di trasferta straordinario e premio di risultato”.

“Abbiamo finalmente messo un limite all'orario  di lavoro”, afferma Daniele Conte: “44 ore settimanali e un tetto massimo di 10 ore al giorno comprensive dell'ora della pausa pranzo”. “Il 21 novembre andremo a fare una verifica sulla giusta applicazione dell'accordo e andremo a rivedere le competenze salariali di trasferta straordinario e premio di risultato”, precisa Conte.

Per i magazzinieri è stato raggiunto l'accordo sui licenziamenti preannunciati. “Un accordo che ferma un licenziamento, con il ricollocamento di una dipendente, e definisce una soluzione economica per l'uscita di altri due lavoratori”, sottolinea il segretario Filt Cgil.

In generale ai magazzinieri saranno riconosciuti la previdenza integrativa e quella sanitaria, inoltre saranno rivisti le gradualità sui livelli salariali. “Possiamo definirlo un buon accordo”, commenta Daniele Conte, “che vede riconosciuta la determinazione dei lavoratori al raggiungimento dei propri diritti salariali e normativi attraverso anche percorsi conflittuali che in ogni caso hanno dato dei buoni risultati”. 

La Filt Cgil di Vicenza nell'ambito dei corrieri delle multinazionali sta ponendo una forte attenzione alfine di raggiungere la giusta applicazione contrattuale e normativa in tutti i cantieri ovvero SDA e TNT (dove ci si è già seduti ad un tavolo), ma anche in UPS, BRT, GLS, DHL e altri. “Da parte nostra”, conclude Conte, “è necessario raggiungere un unico accordo provinciale. L’importante è l’unità dei lavoratori, perché se necessita per il raggiungimento dell’accordo provinciale proclameremo uno sciopero di settore vicentino prima di Natale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altavilla, accordo raggiunto alla TNT: fondamentale unità dei lavoratori

VicenzaToday è in caricamento