rotate-mobile
Cucina Barbarano Vicentino

Premio birra Moretti Grand Cru, in giuria gli stellati Cracco e Baldessari

Coinvolti oltre 870 giovani talenti, invita le giovani promesse della cucina a cimentarsi nell'ideazione e preparazione di piatti che prevedano l'utilizzo della birra fra gli ingredienti e in abbinamento. In palio per il vincitore un premio del valore di 10mila euro

Nella giuria del premio Birra Moretti Grand Cru ci saranno gli chef stellati vicentini Giuliano Baldessari (vincitore nel 2011 della 1^ edizione del concorso), dalla cucina del ristorante Aqua Crua di Barbarano Vicentino e Carlo Cracco del ristorante Cracco di Milano.

Il Premio, importante piattaforma di scouting per il mondo della ristorazione d’autore che, fino a oggi, ha coinvolto oltre 870 giovani talenti, invita le giovani promesse della cucina a cimentarsi nell’ideazione e preparazione di piatti che prevedano l’utilizzo della birra fra gli ingredienti e in abbinamento.

Per partecipare al concorso, i giovani chef e sous-chef hanno inviato alla Segreteria organizzativa la ricetta di un piatto salato o dolce ispirato al tema portante della competizione, ovvero la "Cucina regionale italiana – Piatti salati e dolci della tradizione italiana’, che prevedesse l’utilizzo di una delle sedici birre della famiglia Birra Moretti come ingrediente e in ricettazione. Sedici specialità dalle caratteristiche differenti, in rappresentanza dei diversi stili birrari, tutte accomunate da un elevato standard qualitativo.

In palio, per il vincitore, un premio finale del valore di 10mila euro da scegliersi fra: un tour, in cinque tappe, per due persone, lungo le vie del gusto in ristoranti stellati di fama internazionale: il Noma a Copenaghen, il Mugaritz o l’Arzak a San Sebastian, l’Astrance di Parigi, La Madia a Licata, il Piazza Duomo ad Alba; una fornitura di attrezzature professionali per la cucina; una fornitura d'arredo tavola; una fornitura di prodotti alimentari.

A completare la giuria, il presidente Claudio Sadler, chef del ristorante Sadler di Milano, Cristina Bowerman chef del ristorante Glass Hostaria di Roma,  Roberto Cerea, chef del ristorante Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo), Alessandro Giani maître de Maison dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze, Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose - The International chef congress, Davide Oldani, chef del ristorante D’O di Cornaredo (Milano).

E ancora, Alfredo Pratolongo, vice-presidente della Fondazione Birra Moretti, Marco Reitano, sommelier del ristorante La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri di Roma, Davide Scabin, chef del Ristorante Combal.Zero* di Rivoli (Torino), Alberto Tasinato, restaurant manager del ristorante Seta del Mandarin Oriental Hotel di Milano, Viviana Varese, chef di Alice Ristorante* presso Eataly Milano Smeraldo.

Anche quest’anno, il pubblico sarà chiamato a decretare la propria ricetta preferita, tra le dieci finaliste, tramite voto online sull'apposito mini-sito all'interno della piattaforma www.identitagolose.it, fino al 31 ottobre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio birra Moretti Grand Cru, in giuria gli stellati Cracco e Baldessari

VicenzaToday è in caricamento