rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cucina

Addio allo chef Gualtiero Marchesi: fu il maestro di Cracco

Ci ha lasciati un mito della cucina italiana. Primo in tutto nella sua carriera. Le condoglianze dello chef vicentino: "Grazie Maestro"

"Ciao Maestro e grazie" 

Poche, toccanti parole da parte di Carlo Cracco per la scomparsa di Gualtiero Marchesi, morto oggi a Milano dopo una lunga malattia. Il grande Maestro della cucina italiana, considerato uno dei più grandi chef al mondo, ha avuto proprio il vicentino come allievo. In una famosa intervista del 2014 al quotidiano "Il Giornale" disse di Cracco" :

"È uno dei miei allievi più famosi, siamo amici. Ho mangiato da Carlo Cracco per i miei ottant'anni. Come ho mangiato? Non mi ricordo".

D'altra parte Gualtiero Marchesi, che  avrebbe compiuto 88 anni il prossimo 19 marzo, era conosciuto per la sua ironia di classe e pungente. Nato a Milano 1930 si è spento nella città che gli ha dato i natali circondato dalle figlie, dal genero Enrico e dai nipoti. A Marchesi non va solo il merito di avere inventato l'alta cucina in Italia ma anche il primo italiano a prendere tre stelle Michelin e il primo al mondo a ridarle indietro. Una delle sue imprese più recenti è stata l'apertura, a Parma nel 2004, di una scuola di formazione per cuochi divenuta in poco tempo la più importante d'Italia. Se n'è andato senza riuscire a realizzare il suo  ultimo sogno: una Casa di riposo per cuochi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio allo chef Gualtiero Marchesi: fu il maestro di Cracco

VicenzaToday è in caricamento