rotate-mobile

La Panzanella

Una ricetta toscana "riciclona" della tradizione contadina, semplice e dal sapore rustico

  • Categoria

    Primo
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    30 min
  • Dosi

    4 persone

200 gr pane raffermo
3 pomodori maturi
1 cetriolo
1 cipollotto
1 ciuffo di basilico
acqua
olio evo
aceto
sale
 

Procedimento

Mettete in ammollo il pane raffermo, rigorosamente pane toscano sciapo (non salato), in acqua e poco aceto e lasciarlo finché diventa morbido. Ora con le mani prendetene poco per volta, strizzatelo bene e sbriciolatelo in una ciotola capiente. Conditelo con olio evo e sale.

Fatto questo, aggiungete i pomodori ben maturi a pezzetti e mescolate con le mani, sgranando il pane, in modo che si colori bene di rosso. Aggiungete ora il cetriolo tagliato a rondelle, la cipolla tagliata sottile e il basilico fresco tritato grossolanamente. Aggiustate di olio e di sale, se necessario, quindi mettete in frigo a riposare.

La panzanella toscana è buona dopo qualche ora dalla preparazione o anche il giorno dopo, in modo che il sapore di tutti gli ingredienti si sia ben amalgamato.

Da servire fredda, lasciatela un poco fuori frigo prima di gustarla. Le dosi degli ingredienti sono indicative, potete variarle in base al vostro gusto. FONTE

La ricetta

La panzanella toscana è un tipico piatto povero, di riciclo: per non sprecare il pane raffermo, era consuetudine metterlo in ammollo nell'acqua e poi strizzarlo e condirlo con le verdure dell'orto

La panzanella toscana è un tipico piatto povero, di riciclo: per non sprecare il pane raffermo, era consuetudine metterlo in ammollo nell'acqua e poi strizzarlo e condirlo con le verdure dell'orto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VicenzaToday è in caricamento