rotate-mobile
Cucina

Come fare la conserva di pomodoro, ricetta tradizionale

E' una usanza veneta di fine estate, una bontà pronta, ottima quando non si ha molto tempo, e dal sapore inimitabile

A fine estate è tempo di conserve. Sono un grandissimo aiuto nei lunghi mesi invernali, si porta a tavola tutto il sapore del sole, inoltre sono un grosso risparmio sulla spesa quotidiana e un aiuto in cucina. Un sugo di pomodoro gustoso, denso, profumato, salva ogni situazione, basta scaldarlo appena, aggiungere un filo d'olio extravergine d'oliva, e condire la pasta, o aggiungerlo a spezzatini di carne, pietanze con pollo e pesce o ortaggi. Insomma una vera "mano santa" per le nostre preparazioni senza conservanti e additivi: il vero sugo pronto!

Preparare la passata in casa è una tradizione per moltissime famiglie venete. Un’usanza che va avanti da secoli, è un momento di incontro e di condivisione, oltreché di lavoro e fatica. Nonostante il caldo, di buon mattino, o in tarda serata, le donne si riuniscono e ripetono ogni anno con la stessa meticolosità tutti i passaggi per realizzare quella deliziosa salsa che servirà a riempire le dispense in vista del lungo inverno. Una provvista da custodire gelosamente perché sarà la regina delle tavola per tutto il periodo freddo. 

È tempo di marmellate e conserve, per avere cibo sano che dura a lungo, ecco come sterilizzare i vasetti con sicurezza.

Come fare la salsa di pomodoro in casa

Ingredienti:
- 5 kg di pomodori San Marzano
- 8 coste di sedano comprese le foglie
- 1,5 kg di cipolle rosse di Tropea
- 600 gr. di carote
- 1 mazzo di basilico
- 1 cucchiaio di sale

Procedimento:
- lavare i pomodori e farli a pezzi grossi
- tagliare a pezzi tutti gli altri ingredienti
- in una capiente pentola mettere tutti gli ingredienti, aggiungere il sale e fare cuocere , con il coperchio, a fuoco vivace
- quando le carote saranno morbide, vorrà dire che il condimento è cotto
- con una schiumarola prelevare il condimento e passarlo al setaccio con il disco a fori grossi
- raccogliere tutto il condimento ottenuto in una capiente pentola
- qualora lo vogliate, potrete farlo addensare un altro pò, sul fuoco
- lavare e sterilizzare i barattoli
- riempire i barattoli e chiuderli accuratamente
- sterilizzare i barattoli pieni di sugo pronto, tramite bollitura, per 1 ora dal primo bollore
- lasciare raffreddare i barattoli dentro la pentola della sterilizzazione
-riporre in dispensa e al buio

Attenzione alla fase finale. Le bottiglie e i barattoli, accuratamente chiusi, vengono messi a bollire nel pentolone d’acqua. La tradizione vuole che tra una bottiglia e un’altra si utilizzino dei panni per evitare che vengano a contatto e si rompano.

Generalmente l’acqua si lascia bollire per circa 1 ora, dopo di che si provvede allo spegnimento del fuoco. Il giorno seguente, quando l’acqua sarà ormai fredda, le bottiglie vengono prelevate dal pentolone e conservate, in luoghi freschi. A quel punto, la salsa è pronta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come fare la conserva di pomodoro, ricetta tradizionale

VicenzaToday è in caricamento