rotate-mobile
Cucina

Carlo Cracco e l'aglio nell'amatriciana: dopo le polemiche l'evento pro terremotati

L'affascinante chef vicentino, amato e odiato dal pubblico per il suo ruolo di giudice a Masterchef, propone un evento a sostegno degli sfollati del terremoto e riporta l'attenzione sulla ricetta che aveva infiammato la querelle con gli abitanti di Amatrice

Qualche mese fa era stato duramente contestato per la sua amatriciana con l'aglio, oggi si attiva per promuovere un'iniziativa solidale per le popolazioni e i territori colpiti dal terremoto del Centro Italia, in particolar modo per Amatrice, terra che ha lanciato la ricetta dell'omonimo piatto.

Stiamo parlando di Carlo Cracco l'affascinante chef vicentino, giudice di Masterchef. Il cuoco made in Veneto aveva rivelato in tv che il suo segreto per rendere l'amatriciana prelibata era di aggiungere “l’aglio in camicia". La cosa aveva "sconcertato" i cittadini di Amatrice, tanto che l'amministrazione comunale del comune laziale era intervenuta con una nota sottolinendo che gli unici ingredienti che compongono la vera amatriciana sono guanciale, pecorino, vino bianco, pomodoro San Marzano, pepe e peperoncino.

Con aglio o senza, l'amatriciana sarà protagonista assaluto dall'evento promosso dallo chef vicentino il prossimo 17 settembre, all'Ambasciata del Gusto, nell'ex convento dell'Annunciata di Abbiategrasso (Milano). Il ricavato sarà devoluto tramite la Croce Rossa, alle popolazioni messe in ginocchio dal sisma del 24 agosto scorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlo Cracco e l'aglio nell'amatriciana: dopo le polemiche l'evento pro terremotati

VicenzaToday è in caricamento