rotate-mobile
Cronaca Zanè

Alto Vicentino, animali protetti uccisi: denunciati due cacciatori

A casa del bracconiere, in pieno centro a Zanè, la Forestale ha trovato animali abilmente mimetizzati in alcune strutture create ad hoc nella terrazza ricavata sul tetto dell'abitazione

La Forestale, nei giorni scorsi, durante un servizio di controllo sull’attività venatoriain zona montana del comune di Arsiero, hanno identificato un cacciatore che aveva nascosto dentro al proprio zaino una gabbietta contenente cincia mora, classificata come fauna particolarmente protetta. In seguito al ritrovamento è scattata la perquisizione a casa dell'uomo, residente in pieno centro abitato di Zanè, dove sono stati rinvenuti numerosi esemplari vivi di fauna particolarmente protetta e non (cincia mora, cincia bigia, cincia dal ciuffo, lucherini, verzellini, fanelli, pettirossi, fringuelli)

Gli animali erano abilmente mimetizzati in alcune strutture create ad hoc nella terrazza ricavata sul tetto della propria abitazione dal bracconiere. Sono state  inoltre trovate numerose reti da uccellagione e trappole utilizzate per la cattura degli uccellini. Tutti gli esemplari sono stati sottoposti a sequestro penale e, visto il buono stato di salute, sono stati successivamente liberati. 

Il bracconiere è stato denunciato per la violazione della normativa sulla caccia. Un altro episodio è avvenuto nei giorni successivi in località Faedo del comune di Monte di Malo, zona in cui l’attività venatoria è particolarmente intensa. Qui è stato denunciato un ulteriore cacciatore che aveva abbattuto un esemplare di fauna protetta. Il fucile è stato sequestrato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alto Vicentino, animali protetti uccisi: denunciati due cacciatori

VicenzaToday è in caricamento