rotate-mobile
Cronaca

Vicenza, volantini choc: "Omosessuale malato mentale"

La sera prima della marcia veneta per i diritti, organizzata dalle associazioni Lgbt, una serie di volantini ritrovati in centro storico apre le polemiche: "I gay sono malati" chi lo afferma si è firmato con una croce celtica

Sabato pomeriggio le associazioni Lgbt del Veneto sfileranno in centro storico nella Marcia dei diritti per chiedere il riconoscimento dei matrimoni omosessuali. La manifestazione è stata autorizzata da tempo ma resta sotto l'attenta osservazione dalle forze dell'ordine, che temono possibili contro cortei da parte dei movimenti di estrema destra o legati alle radici cristiane. In quest'ottica non sono un segnale positivo i volantini apparsi in più punti del centro storico venerdì sera.  "Omosessuale malato mentale" citano i foglietti, che non portano alcuna firma se non una croce celtica. 

"La vera malattia si chiama omofobia" ha risposto sulla sua pagina Facebook, Mattia Stella presidente dell'Arcigay di Vicenza.  Lo stesso stella era stato fortemente criticato nel comunicato di Forza Nuova che annunciava "L'indifferenza del movimento davanti a certe perversioni". 

"Il Sig. Stella continua a dichiarare che la Teoria Gender non esiste? Si sbaglia di grosso e l’evidenza è sotto gli occhi di tutti,- Spiega il comunicato- soprattutto quando ci sono movimenti come il suo che con la scusa di invocare chissà quali diritti, se ne escono con toni offensivi verso la famiglia composta da uomo e donna e verso le mozioni che vengono fatte per frenare un’ideologia perversa e malata."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, volantini choc: "Omosessuale malato mentale"

VicenzaToday è in caricamento