rotate-mobile
Cronaca

Vicenza, uccide la gatta della vicina: "sparavo ai topi"

Dopo aver colpito l'animale, il 45enne killer involontario, ha giurato di non utilizzare più il suo fucile. Si è accorto di aver colpito la gatta solo all'arrivo della polizia

Voleva sparare ai topi, ha ucciso il gatto della vicina. Protagonista della vicenda è O.E.G. 45enne di residente a Casale, che  fino all'arrivo della polizia non si era accorto di aver messo fine alla vita di Bianchina

Come riportato da il Giornale di Vicenza, l'uomo è stato interrogato alla presenza del suo avvocato. Agli inquirenti ha raccontato di possedere un fucile per uso sportivo ma di non aver mai cacciato. Dopo aver ucciso l'animale avrebbe deciso di abbandonare la passione per il tiro. 

Anche per questo, il P.M. ha archiviato l'inchiesta a suo carico per maltrattamento di animali. Il 45enne riceverà una sanzione penale per l'uso improprio dell'arma e per aver esploso dei colpi.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, uccide la gatta della vicina: "sparavo ai topi"

VicenzaToday è in caricamento