Truffa del falso tecnico dell'acqua: via 5mila euro a una 91enne

Ancora molti i raggiri estivi a danni delle persone anziane. Nella giornata di venerdì i malviventi hanno messo a segno due colpi con lo stesso modus operandi

Continua purtoppo il bollettino dei casi di gravi truffe ai danni di persone anziane. Nella giornata di venerdì, in città, sono stati due gli episodi denunciati alla questura, perpetrati con l'identico modus operandi. 

Il primo è avvenuto a Bertesinella ai danni di una 91enne. La signora si trovava sul balcone di casa quando è stata chiamata da un uomo fuori dal cancello condominiale che le ha chiesto di entrare per effettuare la verifica dei contatori dell'acqua. Una volta entrato il finto tecnico si è presentato alla porta della donna spiegando che doveva anche controllare la qualità dell'acqua prelevando un campione con un bicchiere.

L'anziana ha quindi accompagnato il truffatore in cucina  mentre un complice, entrato dalla porta lasciata appositamente socchiusa dal primo malvivente, è entrato in casa e ha prelevato degli oggetti personali dalla camera della signora per poi ritornare sull'uscio e chiamare la donna. Quando la 91enne è arrivata l'uomo le ha spiegato, mostrando una cornice, che dei soggetti erano stati fermati con il malloppo e che doveva controllare se le mancava altro. 

La signora, ingenuamente, ha quindi aperto il forno della cucina dove teneva del denaro contante all'interno di una busta in stoffa. Dopo aver assicurato i due che tutto era a posto, questi hanno lascito l'appartamento non prima di asportare il contenuto della busta - ben 5000 euro -  con destrezza. Solo successivamenti la 91enne si è accorta dell'ammanco ma non ha potuto fare altro che denunciare l'accaduto. 

Altro luogo, stessa truffa. Sempre nella mattinata di venerdì in via Maurisio una donna di 69 anni, al rientro dalla spesa, è stata chiamata da un uomo che si è spacciato come un tecnico per la verifica dei contatori dell'acqua. Anche in questo caso il truffatore ha convinto la donna a farlo entrare e successivamente si è presentato un complice con in mano degli oggetti personali della donna. Un trucco ben elaborato per scoprire dove la vittima nasconde denaro o preziosi. Dopo qualche ora, messa in allarme da  un'amica, la 69enne si è infatti accorta che dalla camera da letto le erano spariti dei monili (di valore inestimabile, come ha dichiarato) contenuti in una scatola che aveva precedentemente mostrato ai truffatori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Foliage: ecco i luoghi più belli dove ammirarlo nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento