rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Vicenza, traffico di droga e cellulari al San Pio X: 11 indagati

Custodia cautelare in carcere per il detenuto partenopeo, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a carico della sua compagna e gli arresti domiciliari per un agente della Polizia Penitenziaria. Tra gli indagati figurano altri due operatori della Polizia Penitenziaria nonchè un cittadino cinese che forniva le Sim

Una complessa attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Vicenza, con l’ausilio della Polizia Penitenziaria e sotto il coordinamento dalla Procura della Repubblica berica, ha disvelato un notevole traffico di sostanze stupefacenti e telefoni cellulari all’interno del San Pio X. 

L'indagine

L’indagine, durata circa un anno, ha comprovato che un detenuto di origini napoletane, grazie alla compiacenza di alcuni parenti, l’aiuto di un volontario della struttura restrittiva e, soprattutto, la corruzione di almeno due operatori della Polizia Penitenziaria, aveva creato un canale per fare entrare in cella droga, telefoni cellulari, schede sim con intestatari fittizi e diversi articoli elettronici vietati. Gran parte del materiale veniva poi venduto in carcere ad altri detenuti. L’attività investigativa ha portato all’iscrizione di 11 persone nel registro degli indagati.

Arresto e denunce

Lunedì mattina, su disposizione della Procura della Repubblica, la Polizia di Stato di Vicenza ha eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari, per i reati di corruzione e traffico di stupefacenti, emessa dal Tribunale di Vicenza – Ufficio GIP che ha stabilito la custodia cautelare in carcere per il detenuto partenopeo, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a carico della sua compagna e gli arresti domiciliari per un agente della Polizia Penitenziaria. Tra gli indagati figurano altri due operatori della Polizia Penitenziaria nonchè un cittadino cinese che, in qualità di titolare di un negozio di telefonia cellulare a Rovigo, forniva le schede sim con intestatari fittizi poi utilizzate in carcere dai detenuti.

Seguiranno maggiori dettagli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, traffico di droga e cellulari al San Pio X: 11 indagati

VicenzaToday è in caricamento