La fuga di Angelica: «Io lo amo», Tarek indagato per sottrazione di minore

L'appello della mamma preoccupata in diretta alla trasmissione "Chi l'ha visto" mercoledì ha fatto il giro d'Italia. Ma la minorenne, tornata a casa spontaneamente, difende la sua storia d'amore con il tunisino pregiudicato e clandestino

I profili social di Tarek Abbass e di Angelica descrivono senza bisogno di parole la loro storia d'amore. Non c'è  una foto nella quale non siano abbracciati, non c'è un video - perlopiù dirette Facebook da una imprecisata località marittima - nel quale i due, al suono di musica hip hop araba, non si baciano. Nel profilo di lui c'è il suo nome e quello della ragazza, per sottolineare di essere una cosa sola. Sembrano una coppia di ragazzi che vivono senza pensieri il loro flirt. Ma è solo l'apparenza. Sotto c'è l'ansia di una famiglia, quella della 17enne vicentina scappata di casa e poi ritornata mercoledì sera mentre andava in onda la trasmissione "Chi l'ha visto" che parlava del suo caso. E c'e anche una situazione molto particolare: Tarek è infatti il classico "bad boy" con un passato legato alla piccola criminalità.

«Io lo amo» è stata la prima cosa che ha detto Angelica al padre, da lei avvisato, e alla polizia, quando è arrivata di sua spontanea volontà in stazione a Vicenza da una località per ora sconosciuta. Il tutto è successo per una relazione con quel tunisino di circa 23 anni, clandestino in Italia, pregiudicato per spaccio e reati contro il patrimonio e ora indagato per sottrazione consensuale di minore. La legge su questo parla chiaro. Anche se "L'età del consenso", cioè l'età a cui una persona è considerata capace di dare un consenso informato ai rapporti sessuali.è fissata a 14 anni, rimane il fatto che fino al compimento dela maggiore età la figlia (o il figlio) non può "sparire" dalla casa dei genitori. 

Eppure  Angelica, dall'inizio dell'anno, si è ripetutamente allontanata dal proprio contesto familiare, almeno una decina di volte. Qualche volta è tornata a casa di sua spontanea volontà, altre volte è stata trovata dalla polizia e riportata ai genitori. Tutte le fughe sono legate alla relazione sentimente con Abbass, conosciuto a Vicenza lo scorso anno. Per lui la ragazza ha perso la testa, tanto da abbandonare la scuola. L'ultima sparizione, quella del 24 ottobre, è finita negli studi della trasmissione "Chi l'ha visto". con la testimonianza della madre, angosciata dalla situazione, che ha portato in televisione anche una telefonata con Tarek nella quale lui l'ha minacciata, urlandone che "piangerà sangue se non la smette di cercare la figlia". 

Una famiglia, quella di Angelica, nella quale non ci sono mai stati particolari problemi, come fa sapere la questura che ha seguito il caso fin dalla prima richiesta di aiuto datata gennaio 2018. Nessun problema fino alla comparsa di Tarek, in Italia da alcuni anni e raggiunto da un provvedimento di espulsione fallito per un guasto dell'areo. Tarek che ora è ricercato, come molti altri irregolari in Italia. E Angelica che ora è a casa ma che forse è pronta a scappare di nuovo ma di casi come il suo - sottolineano le forze dell'ordine - ce sono parecchi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento