Cronaca

Vicenza, arriva il tampone salivare per i controlli antidroga

Partita la sperimentazione di nuove modalità di prelievo dei liquidi biologici direttamente sulla strada

Accusati di guida in stato di alterazione poi assolti perchè il prelievo del sangue era stato giudicato non ammissibile: la nuova modalità di prelievo dei liquidi biologici direttamente sulla strada nel momento del controllo da parte della polizia stradale potrebbe mettere la parola fine alle sentenze shock. 

Lunedì è iniziata la sperimentazione con 40 controlli all’uscita del casello autostradale di Vicenza  Ovest, tutti con esito negativo all'alcoltest; 7 persone sono state sottoposte ad accertamenti sullo stato psico-fisico dal personale sanitario e un quaratenne, commerciante vicentino, è risultato positivo ai test di screening rapidi per aver assunto cocaina. 

Se il risultato fosse confermato dagli ulteriori accertamenti avviati, l'uomo sarà denunciato penalmente per  “guida in stato di alterazione psico-fisica dopo aver assunto sostanze stupefacenti”e multato; inoltre rischia la sospensione della patente per oltre un anno e la confisca dell’autoveicolo con cui è stato fermato alla guida. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, arriva il tampone salivare per i controlli antidroga

VicenzaToday è in caricamento