rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Piazza Castello

Vicenza, spinte e grida da Coin: arrestata ladra di profumi

Colta con le mani sul fatto dal direttore del punto vendita, ha scatenato un putiferio per tentare di fuggire. La romena aveva preso profumi per 230 euro, è stata arrestata

Solo l'intervento della polizia ha calmato la ladra arrestata lunedi pomeriggio in piazza Castello, all'interno del negozio Coin.

Attorno alle 17 la donna, L.S. romena del 93, senza fissa dimora, era stata vista dal direttore del punto vendita mentre asportava le targhette antitaccheggio da alcune scatole di profumi. Quando l'uomo è intervenuto, la giovane è andata su tutte le furie, spingendolo addosso ad uno scaffale. La ladra non è riuscita, tuttavia, a fuggire, grazia l'intervento di un'altra dipendente del negozio. Per portarla in ufficio in attesa dell'arrivo della polizia i due, direttore e commessa, hanno comunque faticato non poco, subendo ancora spinte e gomitate. L'uomo ha rimediato una contusione guaribile con due giorni di prognosi. 

Davanti agli agenti la romena ha cambiato completamente atteggiamento, portata in questura ha spiegato di dormire in uno stabile abbandonato in zona industriale assieme al compagno, volto noto alle forze dell'ordine, e di avere una bambina in Romania. Perquisita, aveva nella borsa due profumi da uomo di Dior e un'essenza per donna di Bulgari, per un valore totale di 230 euro. Martedì, il giudice ha convalidato l'arresto e firmato un ordine di divieto di dimora nel territorio vicentino. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, spinte e grida da Coin: arrestata ladra di profumi

VicenzaToday è in caricamento