Vicenza, spara al gatto e lo uccide: incastrato dalla scientifica

L'episodio è avvenuto il 9 gennaio scorso, quando una residente di strada casale ha portato da veterinario la sua gatta Bianchina, di 6 mesi, in fin di vita per una ferita, poi risultata essere da arma da fuoco. La polizia ha rintracciato il responsabile che ora rischia fino a 4 anni di reclusione

Uccide una gattino a fucilate ma viene incastrato dal proiettile, recuperato nel corpo dell'animale. A finire nei guai è un vicentino, residente in zona Casale, che ora rischia fino a 4 anni di carcere. 

L'episodio risale al gennaio scorso, quando una signora residente nei pressi dell'oasi ha soccorso la piccola Bianchina, 6 mesi, con una profonda ferita. Nonostante le cure del veterinario, la micetta è spirata ma l'autopsia ha portato alla luce il proiettile dell'arma dell'assasino. La proprietaria l'ha portato in questura e gli agenti, con le indagini opportune,sono riusciti a risalire al pistolero. L'uomo, 45 anni, si è difeso dicendo che ha colpito la gattina per sbaglio, mentre sparava ai ratti, ma ora dovrà rispondere di uccisione di animale e di esplosioni pericolose. Nella sua casa, oltre al fucile in questione, state trovate due carabine, anch'esse sequestrate, e un centinaio di proiettili. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Trovata morta in casa, Fabiola stroncata da un'intossicazione acuta

  • Strage di Kitzbühel, tra le vittime il portiere Florian Janny: mondo dell'hockey sotto shock

  • "Ciao Antonio", il liceo Fogazzaro piange l'amato prof. Busolo Cerin

  • Malore andando a funghi: muore a 57 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento