rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca

Vicenza, sesso sul posto di lavoro: sospesi, fanno ricorso

Il momento di passione nello sgabuzzino dell'azienda è costato loro la sospensione, la coppia ha fatto ricorso al giudice. La loro difesa:"Non abbiamo perso ore di lavoro"

La "scappatella" in ufficio è costata loro una sospensione dal lavoro, ma la coppia ha fatto ricorso. Come riportato nella versione cartacea de Il Giornale di Vicenza l'operaio 35enne, single, e all'impiegata 40enne, divorziata, sono stati sorpresi dal capo nello sgabuzzino vicino al settore amministrativo dell'azienda situata in zona Vicenza Ovest in cui lavorano.

Dopo un forte richiamo, immancabile è arrivata la sospensione. I fatti risalgono allo scorso 4 febbraio, quando i due avrebbero usufruito in modo creativo della pausa pranzo. Dopo la sospensione la coppia si è rivolta ad un avvocato, ma il titolare dell'azienda non ha voluto sentire ragioni. A quel punto è scattato il ricorso al tribunale con l'interruzione della sospensione fino alla sentenza. 

La difesa della coppia verte su due capi saldi: l'azienda non è stata danneggiata perchè l'appuntamento a luci rosse è avvenuto per entrambi fuori dall'orario di lavoro, il comportamento della coppia, per quanto censurabile, non viola il regolamento interno che invita tutti i dipendenti a comportarsi con onestà e correttezza, ma sui rapporti di coppia non si esprime. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, sesso sul posto di lavoro: sospesi, fanno ricorso

VicenzaToday è in caricamento