rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Vicenza, sei bulli "condannati" a un anno di volontariato in casa di riposo

I minori hanno patteggiato col tribunale di Venezia: saranno assolti se presteranno assistenza agli anziani

Si sono impegnati a consegnare la cena al sabato e pranzo e cena alla domenica agli ospiti di due case di riposo. È questo la pena che sei minorenni hanno patteggiato nei giorni scorsi davanti al tribunale di Venezia. Se la rispetteranno, ogni fine settimana per un anno, saranno assolti.

I baby bulli, quasi tutti vicentini, sono stati protagonisti di diversi gravi episodi dal 2013 al 2014, come riporta Il Giornale di Vicenza. Principale teatro dei reati, gli autobus e la stazione delle corriere di Alte Ceccato, ma anche Vicenza, Altavilla e Arzignano. I sei erano ben conosciuti dagli autisti, dato che quasi sempre non pagavano il biglietto del bus e rispondevano per le rime al controllore. Quattro di loro, oltre ad aver rubato ad altri studenti e aver messo a segni dei colpi in alcuni negozi di Montecchio, hanno minacciato e rapinato una diciannovenne di Arzignano.

Inoltre la baby gang ha derubato due ragazzi dei cellulari, per poi chiedere loro dei soldi per la restituzione. La lista dei misfatti è però molto più lunga e comprende anche aggressioni a scuola a ragazzini della loro stessa età. Per questo i bulletti ora sono finiti nella “messa alla prova” - la soluzione prevista dalla legge per l’estinzione di reati minorili - con l’assistenza nelle case di riposo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, sei bulli "condannati" a un anno di volontariato in casa di riposo

VicenzaToday è in caricamento