Scarica rifiuti fuori dal Comune: multa da 450 euro a un non residente

La polizia locale ha staccato mercoledì pomeriggio il verbale a carico di un cittadino residente ad Arcugnano, per violazione dell’ordinanza sindacale sui rifiuti

Poco prima delle un uomo è stato avvistato da una pattuglia della polizia locale in viale Risorgimento, vicino alle scalette di Monte Berico, mentre stava inserendo bottiglie nella campana del vetro, con vicino il bagagliaio aperto di una Fiat Bravo, ferma a lato strada, al cui interno si potevano vedere sacchetti di rifiuti e un contenitore con bottiglie di vetro, oltre ad un sacco nero, a terra. La verifica tramite tablet della targa, per risalire all’intestazione dell’auto, ha permesso agli agenti di appurare che il veicolo fosse di proprietà di un cittadino non residente a Vicenza.

Di qui la richiesta dei documenti all’uomo, che infatti è risultato residente ad Arcugnano. A domanda, poi, il trasgressore dell’ordinanza che disciplina il conferimento dei rifiuti si è giustificato dapprima spiegando di essere stato residente a Vicenza per diverso tempo e di non sapere che non si potesse conferire i rifiuti prodotti altrove, poi sostenendo che quei rifiuti erano stati prodotti a Vicenza, salvo infine ammettere che arrivavano da casa sua e che per comodità li stava conferendo nei cassonetti di Vicenza.

L’uomo si è quindi ricaricato in auto i suoi rifiuti, portandosi via anche un verbale da 450 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento