rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via XX Settembre

Vicenza, sangue a ponte degli Angeli: all'interno del bar dove è scoppiata la rissa c'era un bambino

Non volevano andarsene dal locale e hanno fatto scoppiare una rissa. Due uomini sono stati presi a bottigliate martedì sera a ponte degli Angeli. A generare la zuffa l'atteggiamento di un serbo nei confronti di una madre con il bambino

Il bilancio della rissa avvenuta a ponte degli Angeli mercoledì attorno all'una di notte è di due feriti e due denunciati. La polizia è intervenuta per placare gli animi in uno dei bar di piazza XX Settembre proprio al momento della chiusura. 

Al dare via alla rissa sono stati due clienti, un montenegrino dell '89 e un serbo del '69, che hanno iniziato un'accesa discussione con due americani seduti al bancone. Il tono si è alzato velocemente tanto da far intervenire una delle titolari che si trovava assieme al figlio, alla madre e al compagno, all'interno del bar. A quel punto il serbo è passato alle maniere forti spingendo  via la carrozzina dove tentava di dormire il piccolo di pochi anni. 

Il gesto ha fatto andare su tutte le furie il marito della titolare, un tunisino regolare in Italia, che ha affrontato l'uomo. La sua reazione è stata imprevedibile e violenta. Il serbo ha, infatti, afferrato una bottiglia rompendola in faccia a uno dei due americani. Con i cocci in mano si è poi scaraventato sul tunisino ferendolo ad un braccio. Al'arrivo degli agenti, i due perdevano molto sangue, sono stati accompagnati al pro soccorso dove hanno ricevuto una prognosi di dieci giorni. Il montenegrino ed il serbo sono stati denunciati. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, sangue a ponte degli Angeli: all'interno del bar dove è scoppiata la rissa c'era un bambino

VicenzaToday è in caricamento