rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca San Felice Cattane / Via Konrad Adenauer

Vicenza, agguato dopo i messaggini alla ragazza del capo: 5 a processo per lesioni

Aveva mandato dei messaggini alla ragazza del capo banda: è finito in ospedale. In 5 a processo dopo la spedizione punitiva, dovranno difendersi dalle accuse per lesioni e minacce

Una serie di messaggi alla ragazza sbagliata sono costati cari ad un vicentino, picchiato da una banda di coetanei. Giovedì la procura a rinviato a giudizio 5 giovani con l'accusa di minacce e lesioni

Come riportato da il Giornale di Vicenza, la vicenda si svolse nel maggio di due anni fa. La presunta vittima, all'epoca dei fatti 19enne, aveva scritto alcuni sms ad un'amica 25enne del fratello maggiore. I due si erano rincontrati per caso in un bar, dove la ragazza lavorava, decidendo di tornare a sentirsi. Una decisione che non piacque al compagno della barista. Il ragazzo D. B. 24 anni, chiamò a raccolta il gruppo di amici tra cui un vicino di casa della vittima, per tendergli un agguato. 

L'amico in comune, S.D.S. 21 anni vicentino, suonò il campanello al giovane e lo convinse a scambiare due parole nel parco di vi Adenauer. Ad aspettarli c'erano M. T., 23 anni, di Torri di Quartesolo, E. V., 23, di Vicenza, L. Z., 26, oggi residente a Bassano, oltre al fidanzato scontento. Secondo l'accusa, il gruppo si accanì con violenza sul ragazzo, buttandolo a terra e prendendolo a calci. Finito il pestaggio uno di loro lo avvertì: «La prossima volta ti uccidiamo».

Quella sera il 19enne venne portato al pronto soccorso dalla famiglia ricevendo una rognosi di 15 giorni. Riconosciuti alcuni dei suoi aguzzini decise di fare denuncia. Le indagini della questura portarono all'individuazione dell'intero gruppo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, agguato dopo i messaggini alla ragazza del capo: 5 a processo per lesioni

VicenzaToday è in caricamento