Cronaca

Vicenza, "Presepe e ramadan insieme per una scuola laica" Lo dice il vescovo

In vista del Natale il vescovo mons. Pizziol ha incontrato la stampa toccando molti temi tra cui quello della convivenza nelle scuole di religioni diverse. "Le espressioni di fede devono aver diritto di cittadinanza dentro le istituzioni pubbliche"

Il vescovo Beniamino Piziol

La crisi, la convivenza tra religione, il terrorismo, sono questi i temi trattati nella lunga conversazione che il vescovo Beniamino Pizziol ha avuto lunedì con la stampa vicentina in occasione delle festività. 

 E' stato non messaggio di speranza e tolleranza, quello lanciato dal capo della diocesi vicentina dal palazzo vescovile: "Agli studenti cattolici va spiegato il Ramadan e ai mussulmani il significato del presepe. Da un punto di vista culturale non certo per portare qualcuno nel cammino di fede." integrazione e comprensione, secondo il pensiero di Pizziol sono la base su cui fondare il cammino per affrontare la crisi e superare lo scoglio del terrorismo. "Negatività che affliggono il nostro tempo ma che stanno producendo un maggiore senso di condivisione solidarietà tra le persone".

Un messaggio ribadito anche nella lettera scritta dal numero uno della chiesa vicentina alle "sue" parrocchie: "Serve disarmare il cuore dell’odio e della violenza a partire dalle scuole, educando i ragazzi alla pace e non all’idea di vendetta che i fatti di Parigi avrebbero potuto suggerire...occorre guardare al mondo con atteggiamento di accoglienza, facendo proprio il valore della misericordia che accomuna tutte le grandi religioni monoteiste"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, "Presepe e ramadan insieme per una scuola laica" Lo dice il vescovo

VicenzaToday è in caricamento