Vicenza, via i nomadi da Parco Città: firmata l'ordinanza

Lunedì mattina il sindaco Achille Variati ha firmato una nuova disposizione che vieta lo stazionamento e la sosta dei mezzi di rom e sinti

Via i nomadi da Parco Città. Il divieto, relativo a 10 nuclei familiari, riguarda la permanenza, lo stazionamento e la sosta dei mezzi nelle aree delimitate da viale Trieste, dalla rotatoria con via Quadri fino alla rotatoria con via Istria, via Istria, via Scarpa fino all’incrocio con via Quadri, via Quadri nel tratto compreso tra la rotatoria con viale Trieste e la rotatoria con strada di Bertesina.

In queste zone dal 14 marzo, data a cui risale il primo divieto di stazionamento al Mercato Nuovo e ai Pomari, al 24 ottobre sono stati effettuati 238 controlli da parte della polizia locale che in 128 casi ha ravvisato l'utilizzo improprio delle aree pubbliche, fatte oggetto di bivacco e lasciate in condizioni igieniche precarie a causa dell'abbandono di rifiuti, oltre che teatro di situazioni che hanno generato insicurezza tra i cittadini.

“Con questa ulteriore ordinanza vietiamo ai nomadi nuove aree di sosta dopo quelle già individuate ai Ferrovieri, a Laghetto, al Cimitero Maggiore, all'Anconetta, al Mercato Nuovo, ai Pomari, a San Pio X, nella zona dell'Emisfero e dei parcheggi scambiatori – dichiara l'assessore alla sicurezza urbana Dario Rotondi – Andremo avanti così contro chi si ostina a sostare abusivamente in città, determinando una situazione di grave degrado, oltre che di notevole disagio e preoccupazione per i cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto prescritto dall'articolo 650 del codice penale, per chi violerà quanto disposto dall'ordinanza scatteranno la denuncia penale e l'immediato allontanamento dall'area. In caso di inottemperanza è prevista la rimozione forzata dei mezzi parcheggiati abusivamente, con la previsione della restituzione ai legittimi proprietari entro 60 giorni, previo pagamento delle spese di intervento e rimozione. L'ordinanza entrerà in vigore appena sarà notificata ai destinatari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: ecco come si vota

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento