rotate-mobile
Cronaca

Vicenza, norvegese a caccia di sesso, si ubriaca e viene derubato

L'uomo aveva contrattato con una squillo una prestazione anale ma è tornato in albergo senza soldi e ubriaco fradicio. Ancora una volta il residence Campiello si è trasformato in una trappola per turisti affamati di sesso

Il residence Campiello si conferma una trappola per molti clienti delle prostitute, finiti per essere derubati prima di consumare la prestazione sessuale. Questa volta a cadere nel tranello di una nota squillo, non nuova a questo genere d'imprese, è stato un cittadino norvegese in visita alla città. 

Erano circa le 22.30 di giovedì quando l'uomo ha lasciato la camera dell'albergo dove alloggia, per cercare un po' di compagnia a pagamento. Nei pressi del noto condominio di viale San Lazzaro, oggetto venerdì mattina di un blitz dei carabinieri, il norvegese è stato agganciato dalla prostituta che lo ha invitato a salire nel suo appartamento all'interno del Campiello.  I due avrebbero contrattato una prestazione orale e anale, brindando più volte nell'arco dell'appuntamento. A quel punto è scattata la trappola: quando il turista era ormai ubriaco, anzichè finire a letto con la squillo è stato aggredito da due uomini. I complici della prostituta lo hanno preso a calci, gli hanno rubato 200 euro in contanti e lo hanno messo alla porta. All'uomo non è restato altro che tornare in albergo. Da li, ancora ubriaco, ha chiamato la polizia per sporgere denuncia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, norvegese a caccia di sesso, si ubriaca e viene derubato

VicenzaToday è in caricamento