rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca San Bortolo / Via Raffaele Pasi

Vicenza, maxi rissa alla mensa dei poveri: in 13 espulsi anche dalla Caritas

Gli operatori della mensa dei poveri alla fine hanno dovuto chiedere l'intervento della polizia. 13 dei loro ospiti avevano dato vita ad una rissa. Erano tutti volti noti alle forze dell'ordine

I poliziotti conoscevano bene i partecipanti alla rissa scoppiata all'interno delle mura della mensa per i poveri di via Pasi, venerdì all'ora di pranzo. Si tratta di 13 persone appartenenti alla comunità romena che occupa abusivamente gli edifici  abbandonati dell'ex Sartori Motros a Vicenza Ovest e dell'ex Enel di viale delle Pace. Dopo la rissa, alla loro lunga collezione di sanzioni, denuncie e arresti si è aggiunta l'espulsione dal sistema di aiuti della Caritas.

Come riportato sulle pagine de il Giornale di Vicenza, l'episodio è avvenuto attorno alle 13.45 di venerdì. La discussione è scoppiata per futili motivi e si è presto trasformata in una vera e propria rissa che ha costretto gli operatori della Caritas a chiedere aiuto alle forze dell'ordine. 

Gli agenti delle volanti intervenuti sul posto hanno subito riconosciuto i partecipanti alla zuffa. Alcuni di loro erano stati pescati qualche settimana fa con le mani nel sacco durante una serie di furti al centro commerciale Palladio. In quell'occasione un commerciante aveva anche ricevuto un morso da uno dei ladri. 

Alcuni dei protagonisti della rissa sono riusciti a scappare, altri sono stati denunciati per l'ennesima volta. Non si sa se sia avvenuta una telefonata tra gli uffici della questura di viale Mazzini e la sede della Caritas di contrà Torretti, ma in molti tra le forze dell'ordine si sono sorpresi nel vedere tanti pregiudicati accolti all'interno delle strutture diocesane. Anche per questo da venerdì i 13 ono stati banditi da ogni mensa e ricovero della Caritas. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, maxi rissa alla mensa dei poveri: in 13 espulsi anche dalla Caritas

VicenzaToday è in caricamento