rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

Vicenza, matrimoni civili: le ville dove ci si può sposare

Sono tre i palazzi e ville storiche che si aggiungono alle sedi comunali per la celebrazione del rito civile palazzo Valmarana Braga, villa Valmarana ai nani e villa Ghislanzoni Curti

In città sono tre le sedi di pregio storico e architettonico dove ci si potrà sposare civilmente. Il settore anagrafe, stato civile ed elettorale, a seguito della pubblicazione di un avviso pubblico, ha ricevuto tre manifestazioni di interesse da parte di privati proprietari di altrettanti edifici che hanno deciso di concedere in comodato d'uso gratuito al Comune ville o palazzi per la celebrazione di matrimoni civili.

Lunedì l'assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti ne ha dato l'annuncio proprio in una delle tre sedi, palazzo Valmarana Braga, situato in corso Fogazzaro 16, insieme a Francesca Braga Rosa, che gestisce il palazzo. Ad ospitare la celebrazioni di matrimoni civili saranno anche villa Valmarana ai nani (stradella dei Nani 8) e villa Ghislanzoni Curti a Bertesina (via S. Cristoforo 73)

"A Vicenza si amplia il numero delle location dove poter celebrare il matrimonio civile con l'opportunità di trascorrere il giorno più bello della propria vita in un luogo particolarmente suggestivo - ha dichiarato l'assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti -. Accanto a sala Stucchi, alla Basilica palladiana, al giardino del Teatro Olimpico, a palazzo Chiericati e a Villa Guiccioli ci sono ora un palazzo storico e due ville tra cui scegliere. Crediamo che ampliare l'offerta possa dare visibilità a Vicenza affinché possa essere scelta per il giorno delle nozze non solo dai vicentini ma anche da chi viene da fuori città o dall'estero, attratto dalle bellezze e dalla suggestione di monumenti e luoghi. Nei prossimi giorni spetterà agli uffici formalizzare gli aspetti tecnici dopo un sopralluogo nelle tre sedi - ha precisato Zanetti -. Successivamente verrà stipulata la convenzione con i proprietari e si stabilirà anche la quota che i nubendi dovranno versare al Comune. I futuri sposi stabiliranno poi un accordo con i proprietari del palazzo o della villa per l'utilizzo dell'edificio, aspetto che non compete al Comune: la scelta di una di queste tre location consente anche di poter organizzare il ricevimento nella stessa sede in cui si celebra il matrimonio".

Nel 2015 sono stati celebrati in città 195 matrimoni civili (di cui 193 in sala Stucchi e 2 in Basilica palladiana) e 123 religiosi. Fino al 2005 i matrimoni civili (208) superavano quelli religiosi (221); l'inversione di tendenza si è registrata nel 2006 con 243 riti civili e 218 religiosi.

Matrimoni civili in villa

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, matrimoni civili: le ville dove ci si può sposare

VicenzaToday è in caricamento