rotate-mobile
Cronaca San Felice Cattane / Via Firenze

Vicenza, litiga con la madre fugge con le vene tagliate

Nottata tremenda per una famiglia pakistana: dopo un litigio con la madre al telefono, un 25enne ha provato a farla finita. Prima ha minacciato di lanciarsi dal 5 piano, poi è scappato tagliandosi le vene

Salvato in extremis domenica notte in via Firenze a Vicenza: la polizia è intervenuta per fermare il tentativo di suicidio di un giovane pakistano.

Il ragazzo, classe 1988, che da poco ha perso il lavoro, minacciava di buttarsi dal quinto piano del condominio dove vive con lo zio. Tornato a casa ubriaco, attorno alle 3.15 aveva ricevuto i rimproveri della madre, con una telefonata intercontinentale dal Pakistan. Riagganciato il telefono, era uscito dalla finestra minacciando il tragico gesto. Incapace di tranquillizzare il giovane, lo zio ha chiamato disperato la polizia che a sua volta ha allertato anche il Suem. 

Mentre i soccorsi erano in arrivo, l'uomo, del '66, è riuscito a riportare il ragazzo in casa con la forza. Il 25enne, però, non si è calmato: preso in mano un coccio di vetro si è tagliato le vene fuggendo di casa. 

La polizia lo ha trovato poco distante dal condominio seguendo le tracce del sangue: era steso a terra in fin di vita. Caricato sull'ambulanza è stato ricoverato al San Bortolo, le sue condizioni restano gravi, ma non sarebbe in pericolo di vitta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, litiga con la madre fugge con le vene tagliate

VicenzaToday è in caricamento