Cronaca

Lite per la droga: spunta una pistola

Attimi di paura alla stazione delle corriere Svt. Un serbo, dopo una discussione accesa con un tunisino ha estratto un arma che per fortuna si è poi rivelata essere una semplice riproduzione. L'uomo è stato denunciato per aggressione

Una pistola semiatuomatica nera infilata nella cintura dei jeans e tirata fuori durante una discussoni per motivi legati agli stupefacenti. Attimi di paura all'interno della stazione delle corriere Svt in viale Milano giovedì pomeriggio verso le 14:00 per un episodio che ha visto l'intervento delle volanti della polizia che hanno fermato e denunciato per aggressione aggravata un 42enne serbo con cittadinanza macedone. L'arma, infatti, è risultata essere innocua in quanto una perfetta riproduzione di una semiautomatica calibro 38. 

La segnalazione alla polizia è arrivata da un cittadino marocchino, estraneo ai fatti, che poco prima era stato fermato da un tunisino 30enne terrorizzato che ha chiesto aiuto in quanto era stato minacciato poco prima da un uomo con una pistola in mano. Gli agenti, arrivati sul luogo, hanno fermato due soggetti già conosciuti alle forze di polizia: M.M., 36enne di Arzignano e, appunto il serbo B.B.

I due e il tunisino stavano litigando animatamente perche il 30enne chiedeva insistentemente agli altri denaro, sigarette e stupefacenti. Al rifiuto della coppia di amici è nata una rissa con tanto di spintoni fino a che B.B. non ha tirato fuori dai jeans l'arma giocattolo intimando al tunisino di andarsene altrimenti avrebbe sparato. La vicenda si è conclusa con la denuncia al 42enne da parte delle forze dell'ordine. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per la droga: spunta una pistola

VicenzaToday è in caricamento