menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La bici rubata

La bici rubata

Vicenza, ladro di bici seriale: arresto ed evasione in meno di 24 ore

Fermato il venerdì pomeriggio dagli agenti della locale durante la "contrattazione" di una bici rubata, E.P., 21enne, russo, ma residente in Italia da molti anni, è stato messo ai domiciliari. Sabato mattina è stato sorpreso a Vicenza con altre due bicilette rubate

Ruba e contratta la vendita di Mountain Bike del valore di 5mila euro. È successo a Thiene, nel pomeriggio di venerdì, dove gli agenti della polizia locali sono intervenuti, a seguito di una segnalazione, in via Marconi, di fronte alla stazione.

Arrivati sul posto, gli agenti hanno notato E.P., 21enne, russo, ma residente in Italia da molti anni, con precedenti per furti di bici. Il giovane stava mostrando una bicicletta ad altri due uomini, poi identificati in C.L.S., 40enne di nazionalità rumena e Z.M.S., 44enne di nazionalità rumena entrambi residenti in Italia.

Gli agenti sono dunque intervenuti per fermare la "contrattazione" della bici che aveva ancora l'adesivo del negozio in cui era stata comprata. Fatte le verifiche del caso, il rivenditore ha riconosciuto la bicicletta come di proprietà di un amico/cliente, E.R., 36enne di Zanè.

Da un sopralluogo nell'abitazione del derubato, gli agenti hanno notato che il basculante del garage era completamente alzato e presentava un taglio nella lamiera all'altezza della manopola di chiusura dello stesso, e che dal suo interno erano state asportate le biciclette “tecniche” tra le quali quella finita nella "contrattazione" di fronte alla stazione e una bici da corsa del valore di 1.200 euro.

Perquisito anche il giovane ladro, gli agenti hanno rinvenuto una mini pompa già presente sull'altra bicicletta oggetto di furto e non ancora trovata, oltre ad una cesoia, un coltello ed una torcia a led. E.P., ha quindi confermato la "contrattazione" per 150 euro, ma i due romeni avevano ribassato il prezzo a 120. I due papabili "acquirenti", sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di un'acetta e tre coltelli, contenuti nell'auto del 40enne.

Il 21enne è stato quindi arrestato per furto in abitazione e posto ai domiciliari mentre i due romeni sono stati denunciati per concorso in tentata ricettazione di bicicletta oggetto di furto. Nemmeno 24 ore dopo, alle 8 di sabato, E.P, ha evaso i domiciliari ed è stato trovato in stazione a Vicenza, con due bici, una delle quale di proprietà di E.R., il 36enne derubato di Zanè.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Frittelle veneziane: scopri la storia e la ricetta originale

Attualità

Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento