rotate-mobile
Cronaca Borgo Casale / Corso Padova

Vicenza, il weekend dei litigi: genitori che urlano, amori finiti, e vicini insopportabili

Nervi tesi questo fine settimana: la polizia è stata chiamata più volte per calmare situazioni potenzialmente esplosive. Dal vicino che sporca, al ragazzo lasciato a piedi, tutti chiedono l'intervento delle volanti

Non sono solo ladri e malfattori a tenere impegante le forze dell'ordine ma anche liti e bisticci tra innamorati. Solo nel week-end gli uomini delle volanti sono intervenuti tre volte per portare la calma in situazioni divenute, per ragioni futili, incandescenti.

Domenica alle 8.30 di mattina in un condominio in via Rossi, la lite tra due vicini di casa, un italiano e un indiano, stava per sfociare in una rissa. Uno degli altri condomini, però, ha pensato bene di chiedere l'intervento della polizia. La discussione era iniziata per la pulizia delle scale ed è immediatamente terminata quando i due litiganti hanno visto apparire le divise degli agenti. 

Le urla erano già finite domenica sera, quando la polizia ha risposto alla richiesta d'aiuto di una 17enne. La ragazza, che abita in via Emiliani,si era spaventata sentendo i genitori litigare animatamente e aveva chiesto aiuto. La coppia, stupita dell'arrivo della volante, si è scusata con gli agenti e ha tranquillizzato la minorenne.

Sempre domenica sera, ha dovuto fare una lunga passeggiata un giovane lasciato a piedi dalla fidanzata in corso Padova. Una guardia giurata aveva assistito al litigio tra i due, venendo attirato dalle grida della ragazza. Pensando al peggio, il sorvegliante ha dato l'allarme chiedendo l'intervento degli uomini della questura. Quando la polizia è arrivata sul posto ,però, il giovane, classe 1986, stava camminando per raggiungere casa in zona Pomari. La ormai ex compagna lo aveva appena scaricato, lasciandolo a piedi dalla parte opposta della città. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, il weekend dei litigi: genitori che urlano, amori finiti, e vicini insopportabili

VicenzaToday è in caricamento