rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

Vicenza, il marito ha l'amante: lei abortisce per vendetta

La donna ha accusato il compagno di averla picchiata, in realtà si sarebbe fatta colpire dalla sorella per perdere il bambino. L'aborto sarebbe una vendetta dopo la scoperta del tradimento del marito

Per vendicarsi del marito infedele avrebbe messo fine alla gravidanza, trascinandolo in tribunale. Protagonista della vicenda una 35enne ghanese, sposata con un connazionale di 37 anni, entrambi residenti a Vicenza. 

Come riportato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, la donna dovrà rispondere per provocato aborto e calunnia. Il matrimonio, inevitabilmente, è finito.  I due si erano incontrati in Italia qualche anno fa tramite alcuni conoscenti comuni. Dopo un periodo di fidanzamento i due africani avevano deciso di sposarsi. Alla fine dello scorso anno, la donna aveva scoperto die essere incinta. Una notizia appresa da entrambi con gioia, ma durante i primi mesi di gravidanza le cose sono degenerate. La 35enne, con l'aiuto della sorella, ha scoperto la relazione extraconiugale del marito che frequentava una ballerina di lap dance dell'Europa dell'Est. L'uomo incontrava l'amante in un night della città, mentre lei, incinta lo attendeva a casa. Una situazione che ben presto è diventata esplosiva. Nei primi mesi di quest'anno, nella casa dei due ghanesi, le liti erano diventate frequenti. Lui avrebbe anche più volte minacciato la compagna, senza, però, mai passare dalle parole ai fatti. 

Una notte, stremata dalle liti e dai tradimenti, la donna avrebbe deciso di abortire, architettando un piano criminale per vendicarsi del marito. Con la sorella si è presentata in ospedale piuttosto malconcia (la prognosi fu di tre settimane). Aveva subito delle percosse ed era stata colpita all'addome. Le botte ricevute provocarono la perdita del bambino al quarto mese di gravidanza (oltre i termini di legge per abortire). Lei accusò il marito delle violenze subite, dicendo di essere stata buttata giù dalle scale. La procura avviò un indagine, in contemporanea la donna chiese la separazione. 

Durante le indagini, però, è emersa una seconda verità. Il marito avrebbe ammesso di aver insultato e minacciato la donna più volte, negando, però, di averla ai colpita. Quella notte, mentre la sua ormai ex compagna era in ospedale, lui si trovava nel solito night. Un versione confermata anche dai carabinieri che quella stessa sera intervennero nel locale per calmare una rissa. nell'orario indicato dalla donna coe il momento della lite, di fatto il marito si trovava davanti ai militari. Tutte le accuse a suo carico sono state archiviate. Mentre è stata avviata un indagine a carico della 35enne. Secondo una pria ricostruzione, sarebbe stata proprio la sorella a provocare le lesioni che portarono alla fine della gravidanza. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, il marito ha l'amante: lei abortisce per vendetta

VicenzaToday è in caricamento