Ruba Jaguar al dj in stazione: ladro incastrato dalle telecamere

Dopo la serata in discoteca l'artista ha accompagnato un amico a prendere un taxi lasciando le chiavi nell'auto. La polizia ha rintracciato il malvivente grazie alle immagini di sorveglianza

La stazione di Vicenza

Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso tutta la scena e hanno permesso alla polizia di identificare l'autore del furto della Jaguar di un dj che si era recato in stazione a Vicenza per accompagnare un amico dopo la serata di lavoro in un locale della città. L'episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica.

L'artista, B.O. musicista nigeriano 28enne residente a Udine, è sceso dalla sua auto per salutare l'amico, lasciando le chiavi nel cruscotto. In una frazione di secondo si sono avvicinati due nordafricani e uno di loro è salito sulla Jaguar dilenguandosi in pochi minuti. All'interno del mezzo il dj aveva tutta la costosa strumentazione per il suo set.

Dopo la denuncia in questura la polizia ha visionato le immagini di sorveglianza delle telecamere presenti in stazione riconoscendo l'autore del furto: il trentenne tunisino B.L.B., pregiudicato e con a carico un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale. L'uomo è stato individuato nella mattinata di domenica dagli agenti in corso San Felice e Fortunato. Messo alle strette, ha fornito ai poliziotti le indicazioni per il recupero della Jaguar che era parcheggiata in zona Mercato Nuovo. All'interno gli agenti hanno ritrovato tutta l'attrezzatura a parte un computer portatile. L'immigrato è stato denunciato per furto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento