Vicenza, evade dai domiciliari e corre da una prostituta

Gli agenti delle volanti hanno fermato in via Fermi un 44enne keniota evaso di domiciliari per cercare la compagnia di una squillo. Era stato condannato proprio per aver rapinato una prostituta

Una prostituta attende i clienti (foto today)

"Non sto facendo nulla di male". Si è giustificato così il 44enne keniota fermato dagli agenti delle volanti, lunedì sera, in via Fermi, dopo aver caricato in auto una prostituta.  In strada, però, non avrebbe dovuto esserci. L'uomo, residente a Brendola, sta infatti scontando una condanna ai domiciliari proprio per lesioni e rapina ai danni di una squillo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo i termini della sua pena, il keniota può lasciare la sua abitazione solo dalle 14 alle 16 per recarsi al lavoro, ma il fermo è avvenuto alle 21. La giovane, un'albanese da poco arrivata in Italia, è stata fatta scendere dal mezzo, mentre il 44enne è stato segnalato al tribunale di sorveglianza che, con buona probabilità, inasprirà le misure detentive nei suoi confronti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

  • Gravissimo fatto di sangue, accoltellata una donna: è in ospedale in condizioni critiche

  • Coronavirus, da lunedì i cittadini possono richiedere i buoni spesa: ecco come fare

  • Ospedale chiuso per Coronavirus, il bambino nasce al pronto soccorso grazie all'ostetrica

  • Covid-19, 11698 veneti positivi: 1715 nel Vicentino, 4 i decessi all'ospedale di Santorso

Torna su
VicenzaToday è in caricamento