rotate-mobile
Cronaca Campo Marzo

Vicenza, degrado al Moresco: arrivano gli alpini

Dopo un'estate di inattività il bar Moresco diventa rifugio notturno per senza tetto. Il Comune punta sugli alpini, Dal Pra Caputo: "Trattativa in corso, area sorvegliata"

Tre mesi fa senza tetto e tossici furono i primi ad accorgersi della chiusura anticipata del Caffè Moresco in Campo Marzo. Ad un'estate di distanza nulla sembra essere cambiato. Il comitato residenti di Campo Marzo è da tempo sul piede di guerra per l'utilizzo del portico del locale, divenuto una zona di sosta per spacciatori e i loro clienti di giorno e asilo notturno per senza tetto di notte. Qualcosa, però, si muove. Il Comune è in trattative con l'Associazione nazionale degli alpini di Vicenza che potrebbero rendere l'antico caffè una sede per le loro attività. 

"Dopo che alcuni tentativi con privati non sono andati a buon fine durante l'estate - racconta il consigliere con delega a Campo Marzo Stefano Dal Pra Caputo - stiamo facendo le cose per bene, valutando ogni aspetto. Non c'è fretta, l'area è sorvegliata. Penso che comunque in un paio di settimane potremmo annunciare l'accordo con le penne nere". 

In attesa degli alpini i controlli sono massici. Le pattuglie di polizia e carabinieri tengono monitorato il parco e la zona di viale Milano. Dopo l'operazione Tantalo, infatti, i controlli non sono cessati. La situazione però resta difficile. Ogni mattina gli operatori ecologici sono costretti a spazzare le siringhe abbandonate dietro il caffè Moresco, dalla parte opposta di Campo Marzo non va meglio nell'area riservata ai cani. Acuni cittadini, infatti, lamentano i continui ritrovamenti all'interno del recinto per animali di fazzoletti insanguinati.

 

bar moresco chiuso

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, degrado al Moresco: arrivano gli alpini

VicenzaToday è in caricamento