Vicenza, crollo dal soffitto all'anagrafe su scrivania vuota

Un pezzo di laterizio e uno di intonaco sono finiti sopra la postazione di una dipendente che non era presente

La scena può sembrare quella di un post terremoto con calcinacci in tutta la stanza e un grosso pezzo di intonaco da 40 per 30 centimetri sulla scrivania. In realtà la causa della caduta di detriti sabato pomeriggio a Palazzo degli Uffici, in piazza Biade, sede dell'anagrafe sono ancora sconosciute.

La stanza, al momento del crollo del pezzo di soffitto era fortunatamente deserta. La dipendente comunale dell'ufficio trascrizioni non era presente. A sentire il boato della caduta alcuni colleghi che hanno chiamato l'Amcps. I tecnici hanno verificato che l'edificio non sia pericolante e hanno messo in sicurezza l'area. In giornata previsti altri controlli sulla stabilità del solaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Tragedia in strada Lobia, il mondo del calcio piange il suo portierone: "Ciao Pilo"

  • Trasportano alimenti con 60 gradi nel furgone: maxi multa a un pasticciere

  • Folgorato da una scarica elettrica: grave operaio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento