Compleanno con anguria alcolica: 16 ragazzi in ospedale

Tutti giovanissimi i protagonisti di un party ad alto tasso alcolico a base di cocomeri riempiti di alcol. Un cocktail dalle conseguenze devastanti, con una ragazzina finita al San Bortolo al limite del coma etilico

Abuso di alcol pericolosissimo per un gruppo di giovani tra i 16 e 19 anni che nella sera di sabato si erano riuniti per una festa di compleanno all'interno di un appartamento in zona San Bortolo a Vicenza. Il "menù alolico" principale era composto da angurie riempite con un miscuglio di superalcolici come vodka e gin mischiati con vino e birra.

Un cocktail micidiale che ha avuto i suoi effetti devastanti nelle prime ore del pomeriggio di domenica quando 16 ragazzi sono stati accompagnati dai genitori al pronto soccorso di Vicenza accusando forti malori. Una ragazzina di 16 anni è stata trattenuta in osservazione per aver rischiato il coma etilico. 

Come riporta Il Giornale di Vicenza il party si è svolto nella casa di uno dei tre festeggiati, i cui genitori erano in vacanza. Una trentina i partecipanti che, alla fine della festa, erano quasi tutti ubriachi.  Il rito delle angurie zuppe di alcol, mangiate con un cucchiaino, ha avuto conseguenze micidiali tanto che a fine serata alcuni ragazzi sono stati accompagnati a casa in auto da quelli rimasti "sani" e altri hanno dormito nella casa dove si è svolta la festa.

Fortunatamente, dopo il passaggio in ospedale, tutto si è risolto con un micidiale mal di testa seguito da una lavata di capo da parte dei genitori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento