Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Vicenza, cellulari a ruba: la refurtiva ritrovata in una rivendita cinese

Sono avvenuti due furti di cellulari a distanza di poche ore in centro a Vicenza. In uno dei due casi il telefonino rubato è stato ritrovato dal proprietario: stava per essere rivenduto in un negozio cinese

A poche ore di distanza la polizia ha dovuto raccogliere la denuncia di due cittadini a cui era stato rubato il cellulare. Uno dei due telefonini è stato recuperato appena prima che venisse rivenduto. 

La prima vittima è una commessa di una nota profumeria situata in corso Palladio. Attorno alle 13 di martedì, poco prima della chiusura per la pausa pranzo del negozio, un giovane ha chiesto l'assistenza della donna per scegliere un profumo.  Il cliente, descritto come un ragazzo alto sui 18 anni dall'accento italiano, ha provato alcune essenze, poi con una scusa si è allontanato senza comprare nulla. Poco dopo l'uscita dal del ragazzo, la commessa si è accorta che da dietro la cassa era sparito il suo smartphone.

Appena un'ora dopo in piazza Castello un secondo furto.  Questa volta il cellulare è sparito dall'interno dall'abitacolo di un furgoncino. Il proprietario lo aveva lasciato nel mezzo durante una consegna.  Il telefono aveva uno scarso valore commerciale, ma per l'uomo era molto importante recuperare li dati contenuti al suo interno. Per questo ha continuato a chiamare il suo stesso numero, sperando che il ladro non si fosse liberato della sim. 

Alle 19.45 finalmente ha sentito una voce dall'altra parte della cornetta. Il cellulare era finito in possesso del titolare cinese del "paradiso del pc", una rivendita di oggetti elettronici.  Un giovane lo aveva dato in consegna al negoziante poche ore prima perché lo rivendesse. Sarebbe stato rimesso sul mercato al prezzo di 70 euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, cellulari a ruba: la refurtiva ritrovata in una rivendita cinese

VicenzaToday è in caricamento