rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

Vicenza, calci all'auto della polizia: "Controllate i profughi non me"

Un giovane 24enne, fermato per un controllo dalle volanti, è andato in escandescenze: è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e danni

Mattinata di follia in centro a Vicenza per un giovane rumeno di 24 anni. Lunedì verso le ore nove, in piazza De Gasperi di fronte ai giardini Salvi, una pattuglia della polizia ha fermato per dei controlli il giovane che stava passeggiando con una ragazza cilena. 

Alla richiesta dei documenti il 24enne è andato su tutte le furie: prima ha gettato con stizza per terra il bicchiere di plastica contenente caffè che aveva in mano e poi ha cominciato a insultare pesantemente i poliziotti gridando: "Controllate quelli che spacciano a Campo Marzo invece di prendervela con me".

Gli agenti, non riuscendo a ricondurlo alla ragione, lo hanno preso per le braccia per portarlo in questura per controlli ma il giovane non ne voleva sapere di calmarsi: ha cominciato a dare calci all'auto, cercando anche di sfondare un finestrino con la testa, forse per incolpare le forze dell'ordine di avergli usato violenza.

I poliziotti, dopo aver chiamato un'altra pattuglia, hanno alla fine portato il giovane in questura per accertamenti ed è scattata la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, calci all'auto della polizia: "Controllate i profughi non me"

VicenzaToday è in caricamento