menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicenza, botte e offese dall'estetista per il barboncino: clienti a processo

Il litigio avvenuto in un centro estetico della città tra due signore finirà davanti ad un giudice. Una pensionata avrebbe spaventato il cagnolino di un'altra cliente, che l'avrebbe aggredita. In pochi minuti le due sono finite con il mettersi le mani addosso

La rissa tra una pensionata ed una casalinga finirà in tribunale. Dopo essersi affrontate con offese sia verbali che fisiche, le due contendenti si sono, infatti, rivolte ai loro avvocati. Tutto a causa di una telefonata e di un barboncino. Come riportato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, il teatro dello scontro, avvenuto tre anni fa, è stato un centro estetico di viale San Lazzaro. Le due donne si sono incontrate nella sala d'attesa. 

La casalinga, 45 anni residente in città, teneva il suo cagnolino nella borsetta, mentre la pensionata, 61 anni di Veggiano, era al telefono con una conoscente. La conversazione di quest'ultima, che parlava con un tono di voce sostenuto, ha disturbato l'animale che stava dormendo. A quel punto si sarebbe scatenato un pandemonio. La casalinga avrebbe più volte chiesto di abbassare la voce alla 61enne che, in tutta risposta, le avrebbe dato della prostituta. Nel frattempo il cagnolino, terrorizzato, avrebbe prima attaccato la pensionata rompendole una calza e poi fatto la pipì nella sala d'aspetto.


La titolare del centro estetico, disturbata dalle urla delle due donne e dai lamenti del cane, sarebbe intervenuta per calmare gli animi, ma era ormai troppo tardi. Dagli insulti, entrambe le donne sarebbero passate in fretta alle mani. L'anziana ha rimediato un livido al volto, poi medicato in ospedale, mentre l'altra donna sarebbe stata tirata per i capelli. Solo l'intervento di una collaboratrice dell'estetista ha permesso di dividere le due che, tornate a casa, si sono rivolte ai loro legali. La pensionata, dopo la visita al pronto soccorso ha, infatti, denunciato la casalinga che a sua volta ha presentato contro la rivale una querela. Ora sarà il giudice ad avere l'ultima parola sulla questione. L'estetista e la sua collaboratrice saranno ascoltate in aula come testimoni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Buoni fruttiferi riscossi parzialmente, un timbro errato le costa 79mila euro

Attualità

Spv, «il decollo mancato» di una ruspa e l'ironia del web

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento