Rissa per una bottiglietta d'acqua: lui le prende

Sono tutti da chiarire i dettagli dell'episodio avvenuto l'altra notte all'esterno della discoteca Amis in via del Commercio. Protagonisti alcuni giovani veronesi

Galeotta fu una bottiglietta d'acqua scagliata dal finestrino, ma non per far nascere un amore bensì per dare origine a un pestaggio i cui dettagli potrebbero venire chiariti solo davanti al giudice. 

La vicenda, che ha per protagonisti 5 giovani, due donne e tre uomini,del Veronese, ha come scenario l'esterno della discoteca Amis, in via del Commercio a Vicenza. L'alba cominciava ad illuminare la città berica. 

Secondo la ricostruzione, il gruppetto si era fermato a mangiare il classico panin onto. Al momento del congedo - le due ragazze in un'auto, i tre maschi nell'altra - una delle fanciulle lancia una bottiglietta d'acqua fuori dal finestrino. Uno degli uomini non la prende bene e chiede alla giovane, 22 anni, di raccoglierla. Sulle prime, la ragazza obbedisce ma poi la rigetta a terra e fa per sgommare via. Il ragazzo, per bloccare la vettura, ne stacca l'antenna dell'autoradio. La giovane se ne accorge e scende. 

Qui le versioni, raccolte dalla polizia intervenuta sul posto, divergono: secondo l'amica, a questo punto la 22enne sarebbe stata aggredita dal 30enne, molto robusto, riportando ferite guaribili in 5 giorni; secondo gli altri, la ragazza avrebbe cominciato a picchiare con una certa veemenza l'uomo, che ha infine avuto 15 giorni di prognosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Foliage: ecco i luoghi più belli dove ammirarlo nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento