Ladri "collezionisti" rubano bambole ad Abilmente: due denunciati

Una coppia con uno strano hobby che questa volta gli è costato due denunce. I due hanno confessato senza problemi di aver commesso il furto

Foto dalla pagina Facebook di Abilmente

Una coppia di "collezionisti" di bambole con il vizietto del furto è stata sorpresa con la refurtiva e denunciata giovedì pomeriggio, nella giornata di apertura di Abilmente Autunno in Fiera a Vicenza. Verso le 15 una espositrice 48enne residente nel leccese ha avvisato la sicurezza interna che una coppia sui 60 anni erano entrati nel suo stand e avevano rubato una bambola. 

Grazie alle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza e alla descrizione della donna le guardie sono riuscite a intercettare la coppia e a chiamare la polizia di Stato. Gli agenti, dopo aver ottenuto senza problemi le generalità dei due, E.G. un uomo di 60 anni e R.V. donna sua coetanea, entrambi residenti a Parma hanno raccolto la loro confessione: “So perché siete qui, ammetto di aver commesso diversi furti qui con mia moglie”.

La coppia, infatti, aveva sottratto precedentemente altre due bambole: una dallo stand di una bassanese 54enne che si è fatta pagare il valore dell'oggetto senza sporgere denuncia e l'altra da un espositore 46enne di Bologna che invece ha voluto denunciare la coppia per il furto del manufatto del valore di 90 euro. Anche la signora di Lecce ha sporto denuncia, riferendo alla polizia di esser sicura che i due erano noti per aver compiuto furti anche in altre fiere. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Investito in bici dal rimorchio di un camion: gravissimo 14enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento