Vicenza, 4 mesi al molestatore, ma lui avverte: "Scambio di persona"

Inflitti quattro mesi ad un giovane di Vicenza che si sarebbe spogliato davanti a delle studentesse, la difesa però nega, le ragazze lo avrebbero confuso con un'altra persona

Lo accusano di essere un esibizionista, per di più davanti a delle bambine, un reato grave che lui nega con forza.

T.M, 24 anni, lavora, ha una fidanzata ed è ben voluto da tutti, eppure si sarebbe spogliato davanti a delle bambine. Quattro gli episodi contestati, per i quali il pubblico ministero Golin aveva chiesto 7 mesi di reclusione, il giudice lo ha ritenuto responsabile di tre, totale 4 mesi con la condizionale.

Come raccontato da "il Giornale di Vicenza" Il giovane, però, si difende con forza.  Lo ha fatto fin da subito, prima davanti ai carabinieri della stazione di Vicenza che gli avevano notificato il provvedimento di custodia, che lo avrebbe costretto nei mesi seguenti a recarsi in caserma tutti i giorni per l'obbligo di firma e poi in tribunale. Come in un film, la giustizia avrebbe preso l'uomo sbagliato. 

 Le indagini erano durate mesi. Davanti alle scuole dei Pomari e del Mercato Nuovo, genitori giustamente preoccupati avevano riportato le attenzioni di un uomo verso le loro figlie, il giovane le seguiva per spogliarsi e in un caso masturbarsi. All´identificazione del giovane i carabinieri erano arrivati grazie alle testimonianze delle ragazze oltre alla collaborazione dei genitori. Tutte avrebbero fatto la stessa descrizione: la stessa descrizione e poi riconosciuto il giovane poi in un book fotografico. Perfino la sua auto, grazie al numero di targa, sarebbe stata riconosciuta.  Secondo la difesa però, il modello di Smart, l'auto dell'uomo, sarebbe diverso da quello descritto e il ragazzo avrebbe sempre avuto degli alibi, infine, nel mazzo delle fotografie utilizzate per il riconoscimento,  gli altri indagati erano completamente diversi fisicamente dal ragazzo che vive nella zona.  La difesa sarebbe anche ricorsa ad un investigatore privato, scovando un giovane della zona, che ha una Smart nera e che è molto simile alla descrizione delle ragazze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora si aspetta l'appello, ma va detto che durante questo periodo di sorveglianza, in zona  sarebbero continuate le molestie da parte di un ignoto che a questo punto non pò essere l'accusato. In aula non sono mai state sentite le ragazze che vista la giovane età sono state lasciate fuori dal tribunale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La proposta di Sergio Berlato: «Chi interrompe caccia e pesca andrebbe trattato da terrorista»

  • Coronavirus: il cibo per rafforzare il sistema immunitario

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Coronavirus, Zaia: "Curva in aumento ma c'è un nuovo soggetto Covid: asintomatico"

  • Obbligo di pneumatici invernali o catene: quando, dove, l'importo delle multe

  • Coronavirus, si va verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento